Terracina: con un neonato nel passeggino vengono sorprese a rubare

Le due giovanissime di 22 e 16 anni provenienti dal campo nomadi di Borgo Bainsizza fermate dalla polizia dopo che avevano rubato merce dagli scaffali di una grossa attività commerciale. Denuciate

Sono state fermate dalla polizia con i vestiti appena rubati le due ragazze bloccate dalla polizia dopo aver messo a segno un furto in una grossa attività commerciale di Terracina.

Si tratta di due giovanissime di 22 e 16 anni provenienti dal campo nomadi di Borgo Bainsizza e per le quali, oltre alla denuncia per furto in concorso è scattato anche il foglio di via che prevede il divieto di ritornare a Terracina per un periodo di tre anni.

I fatti nella mattinata di lunedì in un negozio di Terracina dove sono intervenuti gli uomini del locale commissariato che hanno potuto effettivamente invidiare le due ragazze che, con un passeggino al cui interno vi era un bambino in tenerissima età, si intrattenevano con fare guardingo fra la numerosa merce in esposizione.

Al momento di uscire dall’attività, senza pagare e facendo scattare l’allarme, però le ragazze sono state bloccate dagli agenti che si erano camuffati tra i normali clienti. All’interno delle borse nascondevano vestiti per un valore di circa 100 euro.

Le donne ed il bambino sono stati accompagnati presso gli uffici del commissariato di Terracina; al termine degli accertamenti è emerso che, nonostante la giovanissima età, entrambe annoveravano diversi precedenti per analoghi reati.     
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il paziente piange, l'infermiera del reparto covid si ferma e lo rassicura. Lo scatto diventa virale

  • Coronavirus Latina: lutto nell’Arma dei Carabinieri, muore l’appuntato Alessandro Cosmo

  • Coronavirus: Lazio in zona arancione. Nuove restrizioni anche per la provincia di Latina

  • Vaccini agli over 80: avviso ai medici di medicina generale. Si parte il primo febbraio

  • Coronavirus Latina: sono 119 i nuovi casi positivi in provincia. Un altro decesso

  • Coronavirus, Lazio a rischio zona arancione: cosa cambia per la provincia di Latina

Torna su
LatinaToday è in caricamento