Furto da Globaltel: individuata la “banda del tombino”. Scoperta anche la centrale della ricettazione

Quattro persone sono state denunciate dalla polizia al termine delle indagini avviate subito dopo l'ultimo colpo messo a segno all'alba di oggi nel negozio di telefonia di corso Matteotti: due per furto aggravato e due per ricettazione

Individuata la cosiddetta “banda del tombino” e scoperta anche la centrale della ricettazione: è il brillante esito delle indagini della polizia dopo il furto commesso alle 5 di questa mattina presso il negozio Globaltel Soluzioni in corso Matteotti. 

A seguito di mirati approfondimenti investigativi, infatti, questa mattina due equipaggi della Squadra Volante hanno individuato i presunti autori del furto e, nell’ambito della stessa operazione, sono stati identificati anche i ricettatori con i quali stavano concludendo gli accordi per la vendita degli oggetti trafugati poche ore prima.  

In particolare, presso l’abitazione di un noto pregiudicato, sottoposto al regime degli arresti domiciliari, durante un controllo è stato individuato un secondo uomo che, in evidente stato di agitazione, non è riuscito a fornire plausibili spiegazioni sui motivi della sua presenza presso quella casa. 

Gli agenti, insospettiti, hanno poi trovato altri due ragazzi nascosti nella camera da letto con indosso tutta la refurtiva rubata al negozio, quattro telefoni cellulari ed un tablet. “Peraltro - spiega la Questura in una nota -, gli individui che tentavano di celare la loro identità corrispondevano agli stessi soggetti immortalati dal sistema di videosorveglianza della suindicata attività ed indossavano ancora gli stessi indumenti”.

Le ulteriori attività di indagine, condotte anche attraverso una perquisizione domiciliare nei confronti di uno dei presunti ricettatori, ha consentito di rinvenire numerosissimo materiale di dubbia provenienza, di cui l’interessato non sapeva spiegarne i motivi del possesso e, pertanto, tutti gli oggetti venivano sottoposti a sequestro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I quattro malviventi, accompagnati presso gli uffici di corso della Repubblica, sono stati identificati per S.A. di 43 anni, P.A.I. di 23 anni, T.C. di 22 anni e C.L.F. di 21 anni; dopo formalità di rito sono stati denunciati in stato di libertà, i primi due per il reato di ricettazione e gli altri per furto aggravato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni amministrative 2020, i risultati: è ballottaggio a Fondi e Terracina

  • Elezioni a Fondi 2020: è ballottaggio tra Maschietto e Parisella

  • Elezioni a Terracina 2020: è ballottaggio tra Roberta Tintari e Valentino Giuliani

  • Latina, operazione "Dirty Glass": i nomi degli arrestati. Tra loro anche due carabinieri

  • Coronavirus, casi ancora in forte aumento: 165 in più nel Lazio e 23 in provincia

  • Operazione Dirty Glass: riciclaggio, estorsione e corruzione. Ecco i ruoli dei personaggi coinvolti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LatinaToday è in caricamento