Cronaca

Furto di rame alla centrale idrica lascia sei comuni senz’acqua

Il colpo alla centrale di Fiumicello; a secco Priverno, Roccagorga, Roccasecca, Prossedi, Villa Santo Stefano e Maenza. In settimana un episodio analogo era accaduto a Sermoneta

Sei comuni senza acqua a causa di un furto di cavi di rame presso una centrale idrica di Acqualatina.

Qualche giorno fa un episodio analogo si era verificato a Sermoneta dove un colpo messo a segno nella notte fra martedì e mercoledì presso l’impianto di via Romana Vecchia aveva lasciato a secco il comune per diverse ore.

Stavolta è toccato alla centrale di Fiumicello, e a pagarne le conseguenze sono i cittadini di Priverno, Roccagorga, Roccasecca, Prossedi, Villa Santo Stefano e Maenza. Acqualatina ha fatto sapere, infatti, che proprio a causa del furto di rame è in corso da stanotte un‘interruzione ed abbassamento del flusso idrico.

“I tecnici Acqualatina – si legge in una nota della società - sono attualmente al lavoro per ripristinare il normale funzionamento dell’impianto. Sarà cura del Gestore fornire, quanto prima, gli orari di ripristino del servizio”.

AGGIORNAMENTO ORE 13 - Acqualatina ha fatto sapere di aver posizionato un gruppo elettrogeno, con il quale si è ripristinato parzialmente il funzionamento della centrale di Fiumicello. Tuttavia persistono ancora, a causa dei bassi livelli dei serbatoio, disservizi idrici nei comuni interessati.

Si prevede la completa normalizzazione del servizio alle ore 20:00 di oggi, salvo imprevisti di cui verrà data pronta informazione.

AGGIORNAMENTO ORE 20 - I tecnici Acqualatina hanno terminato i lavori presso la centrale di Fiumicello, tuttavia persistono ancora disservizi idrici nei interessati. Si prevede la completa normalizzazione del servizio alle ore 23:00 di oggi, salvo imprevisti di cui si darà pronta informazione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furto di rame alla centrale idrica lascia sei comuni senz’acqua

LatinaToday è in caricamento