rotate-mobile
Cronaca

Furto di rame sulla Roma-Nettuno, treni in ritardo e disagi per i pendolari

Ancora problemi questa mattina dopo un furto di cavi di rame fra le stazioni di Padiglione e Campo di Carne. Sul posto l'intervento dei tecnici di Rete Ferroviaria Italiana

Un altro inizio di mattinata di passione per i pendolari per ritardi che si sono registrati sulla linea FL8, Roma-Nettuno. 

La causa un furto di cave in rame fra le stazioni di Padiglione e Campo di Carne che ha provocato un guasto tecnico al sistema che gestisce la circolazione ferroviaria e al sistema automatico audio e video di informazione al pubblico.

Sul posto l'intervento delle squadre tecniche di Rete Ferroviaria Italiana. 

Rallentamenti si sono registrati sulla Roma-Nettuno tra le 5.30 e le 8.30 quando la circolazione ferroviaria ha iniziato progressivamente a tornare alla normalità. 

Ritardi medi di 15 minuti con punte massime fino a 30 minuti per i treni, come hanno fatto sapere da Rfi, mentre due convogli sono stati limitati nel percorso.

“L’asportazione di rame non comporta – nel modo più assoluto – problemi di sicurezza alla circolazione dei treni, ma solo rallentamenti e ritardi - spiega Rfi -. La sottrazione del materiale, infatti, provoca l’attivazione istantanea dei sistemi di sicurezza che governano le tecnologie in uso nella gestione del traffico ferroviario, con arresto immediato dei treni”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furto di rame sulla Roma-Nettuno, treni in ritardo e disagi per i pendolari

LatinaToday è in caricamento