Crocifisso nascosto nell’auto, era stato rubato nella chiesa di San Matteo. Denunciato

L’uomo, un 54enne di Sezze, era stato fermato per un controllo dei carabinieri ad aprile e deferito per porto abusivo di armi improprie. Nell’abitacolo trovato anche l’oggetto sacro provento di furto

Era stato rubato nella chiesa di San Matteo Apostolo di Latina il crocifisso con base in ottone di 33 centimetri che lo scorso mese era stato rinvenuto nell’auto di un 54enne di Sezze sottoposto a controllo dai carabinieri. 

Questo quanto emerge dagli accertamenti che sono stati condotti dai militari dell’Arma della stazione di Latina Scalo dopo il sequestro dell’oggetto sacro. 

Il 4 aprile scorso, nel corso di un controllo, l’uomo era stato fermato dai carabinieri e sottoposto ad una perquisizione che aveva interessato anche il mezzo su cui viaggiava. All’interno vennero trovati oltre al crocifisso anche una mazza da baseball della lunghezza di 52 centimetri, un falcetto lungo 22 centimetri ed un coltello di 13,5 centimetri. In quell’occasione fu denunciato all’autorità giudiziaria per porto abusivo di armi improprie. 

I successivi accertamenti in merito all’oggetto sacro rinvenuto, hanno poi permesso ai carabinieri di appurare che era stato rubato nel luglio del 2016 all’interno della chiesa di San Matteo Apostolo di Latina. L’uomo è stato ora denunciato per ricettazione

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il paziente piange, l'infermiera del reparto covid si ferma e lo rassicura. Lo scatto diventa virale

  • Coronavirus Latina: lutto nell’Arma dei Carabinieri, muore l’appuntato Alessandro Cosmo

  • Coronavirus: Lazio in zona arancione. Nuove restrizioni anche per la provincia di Latina

  • Coronavirus Latina, altra impennata: 382 nuovi casi in provincia. Un decesso

  • Coronavirus Latina: sono 119 i nuovi casi positivi in provincia. Un altro decesso

  • Coronavirus, Lazio a rischio zona arancione: cosa cambia per la provincia di Latina

Torna su
LatinaToday è in caricamento