Raffiche di furti di rame in provincia, sgominata la banda: 7 le ordinanze

In manette tre uomini, due in carcere e uno ai domiciliari; obblighi di firma invece per altre 4 persone. Sarebbero i responsabili dei furti e del riciclaggio del prezioso oro rosso

Tre uomini sono finite in manette ed obbligo di firma per altre quattro persone.

È stata sgominata una banda dedita ai furti e al riciclaggio di rame nel territorio pontino. Sono sette i provvedimenti restrittivi della libertà personale emessi dal gip dell Tribunale di Latina a carico degli autori di una serie di furti di rame e del successivo riciclaggio presso impianti di raccolta di ferrame.

Il blitz degli uomini della mobile, a conclusione di una specifica attività investigativa che ha visto gli agenti a lavoro per risalire all’identità dei responsabile, è avvenuto questa mattina insieme al personale della polizia stradale del capoluogo e di quella di Frosinone.

La banda aveva messo a segno numerosi colpi nei mesi scorsi portando via, sia presso stabilimenti industriali che impianti fotovoltaici, cavi di rame per un bottino, e conseguente danno per i siti derubati, di centinaia di migliaia di euro.

Inoltre a seguito di specifici servizi che sono andati ad arricchire il quadro disegnato dalle indagini, è stato anche individuato un deposito di materiale ferroso utilizzato per il riciclaggio del rame trafugato, identificando anche i titolari dello stabile che così sono stati raggiunti dalla misura cautelare dell’obbligo di firma.

Nella mattinata di oggi sono così finiti in manette, e trasferiti presso la casa circondariale di via Aspromonte a Latina,  un 50enne originario di Aprilia un cittadino romano di 31 anni; mentre per un suo connazionale di 24 sono stati predisposti gli arresti domiciliari.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La misura cautelare dell’obbligo della presentazione alla polizia giudiziaria è stata poi notificata agli altri 4 indagati, due cittadini di nazionalità romena di 27 e 37 anni, ad un 26enne originario di Napoli e ad un giovane di 21 anni di Fondi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Ponza, il 25enne morto è il romano Gianmarco Pozzi. Indagini in corso

  • Coronavirus: 36 contagi in più nel Lazio. In provincia 4 nuovi casi, uno è di rientro da Ibiza

  • Coronavirus: nel Lazio 38 nuovi casi, molti di rientro dalle vacanze. In provincia due positivi

  • Coronavirus, impennata nel Lazio: 38 casi in 24 ore, 22 di importazione. Quattro pazienti in provincia

  • Spaventoso incendio ad Aprilia in un capannone della zona industriale. A fuoco vetro e plastiche

  • Incidente a Sezze: perde il controllo dell'auto e finisce nel canale. Morto un 60enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LatinaToday è in caricamento