Gaeta, accoltellò l’anziana madre: pena residua ai domiciliari per un 57enne

L’uomo arrestato dalla polizia che ha dato esecuzione al provvedimento di espiazione di pena detentiva in regime di domiciliare. Deve scontare 6 mesi e 10 giorni

Nel gennaio del 2013 aveva accoltellato l’anziana madre e poi era fuggito lasciandola agonizzante in una pozza di sangue. Nel pomeriggio di ieri gli agenti del Commissariato di Gaeta hanno arrestato l’uomo di 57 anni che deve scontare una pena residua di 6 mesi e 10 giorni di reclusione. I poliziotti hanno dato esecuzione al provvedimento di espiazione di pena detentiva in regime di detenzione domiciliare emesso dall’Ufficio Esecuzioni Penali del Tribunale Ordinario di Latina.

Il 57enne era stato condannato con giudizio abbreviato alla pena di 2 anni per il reato di lesioni personali aggravate: i fatti erano accaduti nel gennaio 2013 quando armato di un coltello da cucina, l'uomo aveva inferto diverse coltellate alla propria madre ottantenne, colpendola al collo e alla schiena.

L’arrestato, al termine delle formalità di rito, così come disposto dal provvedimento restrittivo, è stato posto in regime di detenzione domiciliare presso la sua abitazione. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia al lido di Latina: carabiniere si toglie la vita con un colpo di pistola

  • Il paziente piange, l'infermiera del reparto covid si ferma e lo rassicura. Lo scatto diventa virale

  • Coronavirus Latina: lutto nell’Arma dei Carabinieri, muore l’appuntato Alessandro Cosmo

  • Coronavirus Latina, altra impennata: 382 nuovi casi in provincia. Un decesso

  • Coronavirus Latina: in provincia sono 147 i nuovi casi. Altri tre decessi

  • Coronavirus Latina: sono 119 i nuovi casi positivi in provincia. Un altro decesso

Torna su
LatinaToday è in caricamento