rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Cronaca Gaeta

Gaeta, demolita una ciminiera di 75 metri. In corso la trasformazione del polo strategico

L’intervento rientra nell’attività di bonifica della piana di Arzano. Demolita una delle due ciminiere costruite oltre sessant’anni fa a servizio della Raffineria

E’ stata effettuata oggi da Eni la demolizione di una delle due ciminiere, costruite oltre sessant’anni fa a servizio della Raffineria di Gaeta

“L’intervento - spiegano da Eni - è in linea con il Protocollo di Intesa siglato nel 2011 con Comune di Gaeta e Consorzio Industriale Sud Pontino per la messa a disposizione di una importante area in località Arzano a Gaeta mediante opere di demolizione degli impianti non più operativi. Eni, oltre alla ciminiera abbattuta oggi, ha già smantellato alcuni serbatoi nel 2012 e nel 2016W".

La ciminiera, alta 75 metri, è stata fatta collassare mediante demolizione controllata, in totale sicurezza. Per la delocalizzazione degli impianti e la successiva dismissione delle aree Eni ha previsto di investire nei prossimi anni 18 milioni di euro, che si sommano ai 2 milioni di euro già spesi, anche per la realizzazione della nuova recinzione dell’area del Monastero di Zannone. 

“A conferma dell’elevata strategicità del polo di Gaeta per Eni e per il sistema di approvvigionamento energetico nazionale - conclude la società -, a queste attività in programma si aggiungono i lavori in corso per l’ammodernamento delle strutture logistiche locali, che comporteranno una spesa complessiva nei prossimi anni di circa 11 milioni di euro”.

L’intervento di oggi rientra dunque nell’attività di bonifica della piana di Arzano su cui insiste il Deposito Costiero Eni di Gaeta. "Un altro tassello va ad aggiungersi all'imponente opera di bonifica della piana di Arzano - ha commentato nei giorni scorsi il sindaco di Gaeta Cosmo Mitrano -; con l'abbattimento di una delle due ciminiere andiamo a riqualificare ulteriormente una vasta area della città attraverso una programmazione amministrativa finalizzata a dare una nuova visione urbanistica di tutto il territorio cittadino. Un risultato che scaturisce dalla proficua sinergia tra Comune di Gaeta, Eni e Consind. Si volta pagina rispetto a quel passato che sulla base del Piano Regolatore Generale del '73 vedeva insistere sulla piana di Arzano un'area industriale. Oggi con la demolizione della ciminiera andiamo a riscrivere un'altra pagina della storia del nostro territorio"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gaeta, demolita una ciminiera di 75 metri. In corso la trasformazione del polo strategico

LatinaToday è in caricamento