Gaeta, realizzava un chiosco abusivo facendo lavorare in nero uno straniero: denunciato

Un commerciante sorpreso dagli agenti del commissariato di polizia a realizzare la struttura sul lungomare Caboto

Lungomare di Gaeta

Una denuncia è scattata a Gaeta per i reati di abuso edilizio e sfruttamento del lavoro nero. Gli agenti di polizia del commissariato locale, nel corso di un servizio di pattugliamento del territorio, hanno notato sul lungomare Caboto un noto commerciante della zona, che aveva un'attività di prodotti ortofrutticoli, che stava costruendo una struttura in ferro ancorandola sul marciapiede lungo la strada.

Gli operatori si sono quindi avvicinati alla struttura e hanno scoperto che l'imprenditore, nell'intento di realizzare il suo chiosco, si stava faceno aiutare da un cittadino straniero. Gli accertamenti hanno consentito di verificare che il commerciante era privo di qualsiasi autorizzazione comunale e che lo straniero che stava lavorando per lui era irregolare sul territorio nazionale.

Il chiosco abusivo è stato quindi sottoposto a sequestro e il commerciante denunciato per abuso edilizio e sfruttamento del lavoro. A carico dello straniero è stato emesso invece un decreto di espulsione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla Pontina: investito da un tir, muore un uomo di 43 anni

  • Coronavirus Latina: altri 5 decessi in provincia, 139 i nuovi casi positivi

  • Coronavirus Latina, la curva sale ancora: 260 nuovi contagi in provincia. Tre i decessi

  • Coronavirus Latina: sono 169 i nuovi casi positivi in provincia. Altri tre decessi

  • Tamponi in farmacia, dove farli a Latina e provincia. L'elenco completo e gli indirizzi

  • Coronavirus Latina: nuovi casi ancora sopra i 200 in provincia. Altri 6 decessi

Torna su
LatinaToday è in caricamento