rotate-mobile
Lunedì, 6 Febbraio 2023
Cronaca Gaeta

Rocciatori svizzeri bloccati sulla Montagna spaccata e salvati dalla Guardia costiera

Il gruppo stava facendo un'escursione ma ha temuto di rimanere bloccato dal buoi al rientro: il recupero è avvenuto con una motovedetta

Tre rocciatori di nazionalità svizzera sono stati salvati dalla Guardia Costiera di Gaeta mentre erano bloccati nei pressi della Montagna spaccata.

Il gruppo si era avventurato per una scalata del versante esposto a mare del Monte Orlando e nel pomeriggio inoltrato era rimasto bloccato sulla scogliera sovrastante la grotta del turco, tra il mare e la parete rocciosa. I tre hanno temuto di non essere in grado di risalire la parete e fare rientro prima del buio così hanno allertato la Guardia costiera chiamando il numero di emergenza.  

E’ stato quindi disposto immediatamente dalla Sala Operativa della Capitaneria di porto di Gaeta l’invio della motovedetta CP856, che giunta prontamente sul posto ed individuati i tre malcapitati, si è avvicinata a loro con non poche difficoltà, vista la presenza in zona di numerosi scogli sommersi e semisommersi caratteristici di quel tratto frastagliato di costa e li ha recuperati facendoli salire a bordo e riportandoli a terra.

Nonostante il felice esito della vicenda, grazie alla tempestività dell’intervento ed alla perizia dell’equipaggio del mezzo militare, dalla Guardia costiera ricordano che il tratto di costa tra Monte Orlando e Monte a Mare e l’antistante specchio acqueo per una distanza di 50 metri dalla costa, è interessato da due distinti provvedimenti di interdizione permanente, rispettivamente del Comune di Gaeta e della Capitaneria di porto di Gaeta a causa del perdurante pericolo di frana collegato ai processi di erosione della costa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rocciatori svizzeri bloccati sulla Montagna spaccata e salvati dalla Guardia costiera

LatinaToday è in caricamento