rotate-mobile
Cronaca Gaeta

Imprenditore taglieggiato dagli strozzini finisce sul lastrico: arrestati in flagranza

L'indagine scattata dopo la denuncia dell'uomo perseguitato da mesi da due estorsori e costretto a consegnare decine di migliaia di euro

Taglieggiavano da mesi un imprenditore pontino, costretto a delapidare tutti i suoi risparmi pagando decine di migliaia di euro per non rischiare di vedere bruciata la sua azienda. E' finito con l'arresto di due uomini di 51 e 42 anni l'incubo di un uomo del sud pontino, titolare di un'attività imprenditoriale, che ha dopo mesi di minacce e richieste estorsive da parte dei suoi aguzzini ha trovato il coraggio di rivolgersi alla polizia e di denunciare tutto.

Gli agenti del commissariato di polizia di Gaeta hanno arrestato entrambi in flagranza di reato per estorsione continuata in concorso. Nel pomeriggio dell'8 marzo i due hanno di nuovo contattato la loro vittima e con reiterate minacce, inviate anche attraverso Whatsapp, hanno preteso la consegna di altre somme di denaro. Così è stato fissato un appuntamento nei pressi di un bar che si trova alla periferia di Formia. I poliziotti però hanno predisposto un servizio di osservazione e monitoraggio, senza dare nell'occhio, per raccogliere prove. L'imprenditore ha quindi effettivamente consegnato i soldi richiesti e a quel punto gli agenti sono entrati in azione e hanno bloccato i malviventi.

Gli estorsori sono stati infatti fermati con la somma appena estorta alla vittima, 500 euro suddivise in banconote opportunamente “segnate”. I due uomini sono stati dichiarati in arresto in regime di domiciliari in attesa del giudizio di convalida. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Imprenditore taglieggiato dagli strozzini finisce sul lastrico: arrestati in flagranza

LatinaToday è in caricamento