Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca Gaeta

Gaeta, salvate cinque persone che rischiavano di annegare a San'Agostino

Un uomo e sua figlia cercano di salvare un bambino di 10 anni che si era allontanato troppo dalla riva seguendo un pallone in acqua. In soccorso altre due persone e l'intervento degli operatori

Una serie di soccorsi a catena ha rischiato di finire in tragedia ieri pomeriggio sul litorale di Gaeta, presso la Piana di Sant'Agostino. Erano circa le 15 quando un uomo e sua figlia stavano facendo il bagno in mare e hanno sentito i richiami di aiuto di un bambino, di circa dieci anni,  che si era allontanato troppo dalla riva inseguendo il pallone in acqua.

Trovandosi a poca distanza dal bambino, temendo che non riuscisse a tornare indietro da solo, data la forte corrente, hanno deciso di intervenire per aiutarlo, trovandosi tuttavia in difficoltà a loro volta. A quel punto altre due persone, tra cui un bagnino non in servizio, si sono tuffate per prestare soccorso, riuscendo a tenere a galla il bambino e la figlia del signore intervenuto, evitandone l’annegamento, ma non riuscendo a riportare le persone a riva.

Fortunatamente il bagnino in servizio di vigilanza presso la Cooperativa Parco Monte Moneta, Mirko Raviele, la cui postazione dista circa 200 metri dal luogo dell’accaduto, si era prontamente accorto del pericolo e aveva provveduto a raggiungere il gruppo di persone in mare con il pattino di salvataggio e, con l’aiuto di un suo amico, Leonardo Chiurco, ha recuperato le 5 persone e prestato soccorso respiratorio al signore provato dall’esperienza e sotto shock.

Una volta a riva, date le preoccupanti condizioni di salute dell'uomo, i due soccorritori hanno immediatamente chiamato il 118, che dopo pochi minuti ha prestato la necessaria assistenza. Il bambino è stato restituito completamente incolume ai suoi genitori e le altre persone coinvolte non hanno riportato danni.

Sull’episodio è intervenuto anche il sindaco Cosmo Mitrano. "Ringrazio - afferma il Primo Cittadino - la cooperativa e tutti gli operatori del settore (noleggiatori e miniconcessionari delle spiagge libere) che hanno ben  compreso la ratio della nostra azione amministrativa, finalizzata unicamente  ad garantire  massima sicurezza e tutela della salute e dell'igiene pubblica su tutte le bellissime spiagge di Gaeta, anche in quelle libere, e a consentire la migliore fruibilità, in piena tranquillità, del nostro mare cristallino".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gaeta, salvate cinque persone che rischiavano di annegare a San'Agostino

LatinaToday è in caricamento