Mette in affitto la sua casa per le vacanze ma viene truffata dall'acquirente: una denuncia

Ennesimo raggiro sul web scoperto dalla polizia. Vittima una donna di 50 anni di Gaeta

Ennesimo raggiro sul web scoperto dagli agenti di polizia, che hanno denunciato una donna di 54 anni originaria della Lombardia e già nota alle forze dell'ordine, per i reati di truffa e sostituzione di persona. Nel mese di agosto una donna di Gaeta si era recata al commissariato locale di polizia raccondando di aver pubblicato su un sito internet di vendite online un annuncio per proporre in locazione un suo appartamento per il periodo estivo. Pochi minuti dopo la pubblicazione dell'annuncio aveva ricevuto la telefonata di una ragazza che si era mostrata interessata all'affitto senza neanche cercare di contrattare il prezzo, pronta a versare il prezzo pattuito per la caparra.

La truffatrice però, con modi particolarmente genitili, ha proposto una nuova modalità di pagamento che avrebbe permesso di avere i soldi in maniera simultanea sulla sua carta ricaricabile. La donna di Gaeta si è lasciata dunque convincere e si è recata presso  uno sportello automatico delle Poste Italiane dove, attenendosi a tutte le informazioni che riceveva per telefono, ha il bancomat e digitato un codice, che corrispondeva in realtà all'iban della carta ricaricabile in possesso della truffatrice. Soltanto la sera si è accorta di essere stata raggirata e che, anziché ricevere la somma di ero 500 quale anticipo dell’affitto, in realtà aveva versato lei lo stesso importo sulla carta ricaricabile della truffatrice.

Gli approfondimenti investigativi degli agenti del commissariato di Gaeta hanno consentito di stabilire chi, effettivamente, si celava dietro le false generalità dell’autrice della truffa. Quest'ultima, come accertato dai poliziotti, si era impossessata del nome e dell'identità di una giovane ragazza che era rimasta vittima di furto d’identità. Con l’ausilio della polizia postale di Cremona gli agenti hanno sono riusciti a risalire al conto corrente di appoggio in cui confluivano i soldi, a disposizione di una banda di truffatori della zona. L'indagine si è conclusa con l'identificazione di una delle truffatrici, B.D.M., 54 anni, denunciata all'autorità giudiziaria di Cassino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia al lido di Latina: carabiniere si toglie la vita con un colpo di pistola

  • Il paziente piange, l'infermiera del reparto covid si ferma e lo rassicura. Lo scatto diventa virale

  • Coronavirus Latina: lutto nell’Arma dei Carabinieri, muore l’appuntato Alessandro Cosmo

  • Coronavirus Latina, altra impennata: 382 nuovi casi in provincia. Un decesso

  • Coronavirus: Lazio in zona arancione. Nuove restrizioni anche per la provincia di Latina

  • Coronavirus Latina: in provincia sono 147 i nuovi casi. Altri tre decessi

Torna su
LatinaToday è in caricamento