rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Gaeta

Ampliamenti abusivi, nuovo sequestro: sigilli a una struttura sulla Piana di Sant'Agostino

Il provvedimento emesso dal gip di Cassino al termine di indagini e accertamenti avviati dalla guardia costiera

La guardia costiera di Gaeta al termine di specifiche attività investigative avviate lo scorso anno in materia ambientale, ha dato esecuzione a un decreto di sequestro preventivo di alcuni manufatti di pertinenza di una struttura balneare della piana di Sant'Agostino. Nel corso degli accertamenti sono stati rilevati interventi che comportavano un ampliamento delle superfici e l'illegittima occupazione dell'area mediante edificazione abusiva in assenza di specifiche autorizzazioni e concessioni da parte degli organi competenti.

Gli abusi risultavano tra l'altro ricadenti nell'area di 300 metri dalla battigia, soggetta dunque a specifiche autorizzazioni ai sensi del codice della navigazione e sottoposta a vincolo di tutela paesaggistica e ambientale.

Le attività condotte dal personale della sezione polizia marittima, ambiente e difesa costiera rientrano nell'ambito di una più ampia attività di verifica che la guardia costiera sta conducendo  già dal 2020 sull'intero territorio, che comprende anche gli uffici circondariali marittimi di Terracina e Ponza oltre che di Formia e Scauri. L'indagine parte da una valutazione degli atti amministrativi rilasciati dalle amministrazioni comunali in favore di soggetti privati per l'ampliamento di strutture turistiche utilizzate nel periodo estivo.

In materia ambientale sono al vaglio fenomeni suscettibili di arrecare danno all'ambiente marino, sia sul litorale che nell'entroterra.

sequestro struttura balneare gaeta 4 febbraio 2-2

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ampliamenti abusivi, nuovo sequestro: sigilli a una struttura sulla Piana di Sant'Agostino

LatinaToday è in caricamento