Cronaca Cori / Vicolo Straccia

Sette colpi esplosi alle gambe dopo una lite, 26enne arrestato per tentato omicidio

I fatti a Cori lo scorso novembre. Questa mattina, al momento di notificare l'ordinanza, i militari trovano 120 grammi di cocaina e arrestano anche la compagna e il fratello

Si trovava all’interno di un bar e sarebbe stato avvicinato da un 28enne rumeno che, in stato di alterazione alcolica, aveva iniziato ad infastidirlo. Per questo motivo, un 26enne di Cori avrebbe prima picchiato lo straniero e il giorno dopo avrebbe completato la vendetta per le offese subite ferendolo alle gambe con sette colpi di pistola.

Questa la ricostruzione dei carabinieri di Aprilia che stamattina hanno arrestato, su ordinanza di custodia cautelare emessa dal giudice per le indagini preliminari Giuseppe Cario, Bruno P., 26 anni di Cori. L’accusa è quella di tentato omicidio.

Le indagini, coordinate dal sostituto procuratore Simona Gentile, non hanno potuto contare sulla testimonianza della vittima che aveva detto di non conoscere quell’uomo che lo aveva colpito con il volto travisato.

I fatti la notte del 21 novembre in vicolo Straccia. Al momento di notificare l’ordinanza, questa mattina, i militari, con l’ausilio delle unità cinofile, nell’abitazione in uso al 26enne, al fratello 18enne e alla compagna del primo, di 20 anni, hanno rinvenuto 118 grammi di cocaina, 409 grammi di sostanza da taglio, un bilancino di precisione, nonché materiale vario per il confezionamento delle dosi. L’arresto è scattato anche per gli altri due, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio. La donna è ai domiciliari. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sette colpi esplosi alle gambe dopo una lite, 26enne arrestato per tentato omicidio

LatinaToday è in caricamento