Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca Aprilia

Aprilia, gambizzato sul pianerottolo di casa: arrestata anche la sorella

L'episodio lo scorso 9 ottobre in una palazzina di via Londra. Qualche giorno dopo era stato arrestato il nipote dell'uomo accusato di aver sparato allo zio; ora la madre del ragazzo finisce ai domiciliari

Nuovi sviluppi nelle indagini sul tentato omicidio di Vittorio Zappone, il 49enne gambizzato sul pianerottolo di casa in una palazzina in via Londra ad Aprilia. Nella giornata di mercoledì è stata arrestata la sorella della vittima, ristretta ora ai domiciliari.

I fatti lo scorso 9 ottobre. Qualche giorno dopo l’agguato in manette era finito il nipote della vittima – e figlio della donna – accusato di aver esploso i colpi di pistola ferendo ad una gamba lo zio. Alla base del gesto, pare, alcuni dissidi familiari.

Arrestato il giovane di 29 anni le indagini dei carabinieri del reparto territoriale di Aprilia comandati dal colonnello Andrea Mommo sono  andate avanti per poi concentrarsi sulla figura della donna che, secondo quanto emerso, avrebbe aiutato il figlio nel progettare e realizzare il tentato omicidio.

Nella giornata di mercoledì i militari hanno notificato alla donna di 53 anni l’ordinanza di custodia cautelare degli arresti domiciliari emessa dal tribunale di Latina che ha concordato con i riscontri investigativi degli uomini dell’Arma. Anche per lei l’accusa è di tentato omicidio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aprilia, gambizzato sul pianerottolo di casa: arrestata anche la sorella

LatinaToday è in caricamento