Cronaca Centro

Giardinetti, Zuliani: “Parco giochi senza autorizzazioni da anni”

Dopo Gommalandia la consigliera del Pd, mette in luce un altro caso, chiedendo "al Comune il ripristino immediato della legalità nell'area gestita, senza permessi, da una ditta privata"

“Chiediamo che i Giardinetti, come tutti i beni pubblici di Latina, siano gestiti per il bene della città e non a beneficio di alcuni privati”.

Con queste parole la consigliera comunale del Pd, Nicoletta Zuliani, mette in luce il “caso” del parco giochi dei giardinetti pubblici di Latina, chiedendo “il ripristino della legalità nell’area del parco giochi realizzato all’interno del Parco Mussolini che da anni, è sprovvisto di qualsiasi permesso”.

“Dall’accesso agli atti emerge una sola autorizzazione, risalente al 30 dicembre del 2003 – spiega la Zuliani – rilasciata dal dirigente del settore attività produttive alla ditta Rocco Domenico per la “prosecuzione dell’attività di parco giochi attrezzato”, ma non c’è traccia di alcuna autorizzazione originaria”.

“Tale proroga, inoltre, aveva validità “fino a quando  non vengono attuati i lavori del parco”, come si legge nel documento. E in nove anni i lavori sono stati svolti, perché successivamente ci sono state ordinanze di sgombero e solleciti a liberare l’area. Mai attuati. L’amministrazione sta regalando un pezzo di territorio comunale per l’attività commerciale di un singolo cittadino – commenta ancora la consigliera – che è rimasto per nove anni a esercitare un’attività che in tanti avrebbero voluto praticare”.

Come precisa la stessa Zuliani, “nel 2006, infatti, il Comune ha intimato lo sgombero alla ditta, perché sprovvista di “titolo autorizzatorio in corso di validità”. Nel 2011 alla ditta è stata comminata la diffida di rilascio dell’area, e quest’anno si sono susseguite una comunicazione del servizio ambiente e una di sollecito risalente ad aprile. Ma la situazione è rimasta sempre la stessa”.

“Queste sono le conseguenze di quando non si rispettano le regole da parte di chi amministra – afferma la Zuliani –. L'impudenza di chi è fuori delle regole emerge se non c'è chi le fa rispettare. Quello di concedere l’utilizzo del suolo pubblico senza far pagare la Tosap è una abitudine reiterata dell’amministrazione. Con Gommalandia, per un vizio di forma, è stata concessa l’area di Viale Nervi a un privato che non è mai stato messo in condizione di  rispettare la clausola per aprire l'area verde  alla fruizione pubblica. Lo spazio comunale tra Piazzale Prampolini e Via dei Mille è stato concesso per una struttura mobile sempre in dispregio della Tassa di Occupazione Pubblica. Nei Giardinetti, considerato che l’area non è perimetrata, il parco giochi sta aumentando di dimensioni diventando sempre più ampio e sempre più redditizio per il privato che ne beneficia a costi zero”

“Se un’amministrazione afferma la linea di discontinuità con il passato – conclude la consigliera Pd Nicoletta Zuliani – questi sono i casi in cui dimostra esattamente il contrario. Possibile che debba essere sempre l’opposizione a sollecitare l’osservanza delle regole? Per questo chiediamo il ripristino immediato della legalità nei giardinetti pubblici al centro di Latina”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giardinetti, Zuliani: “Parco giochi senza autorizzazioni da anni”

LatinaToday è in caricamento