Cronaca

Cori: una poltrona vuota con una rosa rossa contro la violenza sulle donne

E’ l'immagine simbolica, ed evocativa, per rappresentare plasticamente la lotta a ogni forma di violenza sulle donne: l'iniziativa nella Sala “Luigi Pistilli” dove è andato in scena lo spettacolo tutto al femminile “Perlentola”

Una poltrona vuota con una rosa rossa, un cappello e un foulard e tutt’intorno le scarpe da donna rosse: questo il simbolo che è stato scelto per rappresentare plasticamente nella Sala ‘Luigi Pistilli’ di Cori la lotta a ogni forma di violenza sulle donne

E’ andato in scena ieri, nel giorno successivo alla Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne, proprio nella Sala Pistilli lo spettacolo tutto al femminile “Perlentola” allestito dall’associazione culturale “Chi dice donna”. Alla pièce hanno preso parte anche il sindaco Mauro De Lillis e l’Amministrazione comunale. 

Per l’occasione e per sensibilizzare l’opinione pubblica su un problema così grave e purtroppo diffuso, come quello della violenza sulle donne e del femminicidio, si è scelta un’immagine fortemente evocativa e suggestiva. 

“Una poltrona vuota per una donna che non può esserci perché vittima di femminicidio o perché prigioniera nelle proprie mura domestiche - spiega la Delegata alle Pari Opportunità del Comune di Cori, Sabrina Pistilli, che ha voluto questa iniziativa -. Un simbolo in ricordo di tutte quelle donne, vittime di violenza, che quel posto non lo possono occupare, un simbolo per dire No a un fenomeno inaccettabile e intollerabile contro il quale occorre impegnarsi anche attraverso una battaglia culturale”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cori: una poltrona vuota con una rosa rossa contro la violenza sulle donne

LatinaToday è in caricamento