Giornata della Memoria, il viaggio degli studenti pontini ad Auschwitz

Centinaia di ragazzi partiranno da diverse città del territorio pontino per celebrare proprio lì, nei luoghi dello sterminio nazista, il 70esimo anniversario della liberazione del campo di concentramento di Auschwitz

L'ingresso del campo di concentramento di Auschwitz

Torna il “Viaggio Pontino della Memoria” per centinaia di studenti pontini che anche quest’anno celebreranno proprio nei luoghi dello sterminio nazista il 70esimo anniversario della liberazione del campo di Auschwitz avvenuta il 27 gennaio del 1945.

L’iniziativa, promossa anche quest’anno dalla Provincia di Latina in occasione della Giornata internazionale di commemorazione delle vittime dell’Olocausto.

Gli studenti partiranno da Cisterna, da Cori e Rocca Massima, da Norma e da Latina, ma anche da erracina, Sperlonga, Sabaudia, Pontinia, Maenza e Roccagorga.

IL VIAGGIO DEGLI STUDENTI DI CISTERNA - Saranno 110 i cisternesi che parteciperanno al viaggio, tutti studenti delle scuole medie locali, docenti ed accompagnatori. Partenza fissata per il lunedì pomeriggio (26 gennaio); al termine di un viaggio in autobus per circa 1600 chilometri e lungo tutta la notte arriveranno a Cracovia (Polonia) il 27 gennaio. Alla cerimonia della Giornata della Memoria parteciperà anche Eleonora Della Penna, nella doppia vesta di Presidente della Provincia di Latina e di Sindaco di Cisterna.

Seguirà un mercoledì dedicato alla città polacca ed alla visita del suo complesso architettonico medievale. Il giorno seguente la delegazione cisternese si sposterà ad Auschwitz e Birkenau per una visita guidata nei tristemente famosi campi di concentramento nazisti. Giovedì 30 la carovana di Cisterna lascerà la Polonia per rientrare in Italia e fare tappa a Lignano Sabbiadoro dove pernotterà. Il giorno dopo, di buon’ora, tutti a Basovizza (frazione del Comune di Trieste) per la visita guidata alle Foibe. L’ultimo luogo che i ragazzi visiteranno sarà la risiera di San Saba, ex stabilimento industriale di Trieste, usato dai nazisti come lager durante il periodo dell’occupazione. Il primo pomeriggio del 31 gennaio studenti ed accompagnatori si rimetteranno in viaggio verso casa, con rientro a Cisterna previsto per la tarda serata. 

Anche quest’anno sarà possibile seguire i ragazzi durante i vari momenti del loro viaggio attraverso la pagina Facebook “Viaggio Pontino della Memoria”. “E’ per la seconda volta che compio questo viaggio assieme ai ragazzi – commenta Eleonora Della Penna - ma per la prima volta in veste ufficiale di Sindaco e Presidente della Provincia. E’ un’esperienza indelebile nella mia mente: un bagaglio di insegnamenti ed emozioni che rendono viva la Shoah dentro di me. Il programma del viaggio li porterà anche alle Foibe. I racconti dei sopravvissuti, i luoghi che gli studenti della nostra Provincia visiteranno faranno toccare loro con mano la Storia – conclude Della Penna - perché si facciano portavoce con i loro coetanei della crudeltà a cui l’uomo può arrivare”.

IL VIAGGIO DEGLI STUDENTI DI CORI

IL VIAGGIO DEGLI STUDENTI DI NORMA - Da Norma partiranno 18 studenti dell’ultimo anno delle scuole medie nel viaggio organizzato dal Comune che durerà dal 23 al 29 gennaio. “Il supporto finanziario del Comune di Norma - spiega l’amministrazione - è stato utile affinché l’onere economico delle famiglie fosse dimezzato, ma l’intervento dell’amministrazione non si è limitato a quest’aspetto: per evitare che i ragazzi affrontassero il viaggio senza opportuna preparazione, sono state organizzate delle giornate formative. È stato così possibile chiarire i fatti storici, ma anche elaborare – grazie all’intervento della psicologa Valentina Santucci – gli aspetti emotivi che gravitano attorno ad argomenti tanto complessi”.
“I nostri ragazzi avranno l’importante compito di essere ambasciatori della nostra comunità – commenta Nadia Dell’Omo, Consigliera Delegata alla Pubblica Istruzione – E il 27 gennaio, quando parteciperanno alle celebrazioni per il Giorno della Memoria, in un certo senso sarà come essere lì: ci rappresentano e so che questa responsabilità sarà d’insegnamento. Spero che questa preziosa esperienza permetta loro d’imparare, di tramandare e di testimoniare la necessità della Memoria”.

PRESIDENTE DELLA PENNA AD AUSCHWITZ CON GLI STUDENTI

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fase 2, arriva l'ordinanza per le spiagge: si apre il 29 maggio. Ecco le regole

  • Coronavirus Priverno, cluster al centro dialisi: 14 i positivi. La Asl fa il punto della situazione

  • Coronavirus: un morto in provincia, sette nel Lazio e 18 positivi in più

  • Fase 2, la nuova ordinanza nel Lazio: dal 25 maggio riaprono le palestre, dal 29 gli stabilimenti

  • Coronavirus: salgono a 536 i casi in provincia, nel Lazio sono 3786 gli attuali positivi

  • Coronavirus, contagi a Priverno. Il sindaco spegne le polemiche: “Nessuna zona rossa”

Torna su
LatinaToday è in caricamento