Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca

Giornata della Memoria e della Legalità, il prossimo anno a Latina

La proposta avanzata dal fondatore di Libera Don Ciotti. Il consigliere Enrico Forte: “La Regione al fianco dell’associazione”

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LatinaToday

La Giornata della Memoria e della Legalità del prossimo anno avrà come scenario il litorale del Lazio e in particolare si terrà in un Comune della provincia di Latina.

L’invito, avanzato questa mattina dal fondatore di Libera don Luigi Ciotti nell’ambito dell’intitolazione della buvette e delle sale per la ristorazione del Consiglio regionale ai "Giovani contro le mafie" e l’inaugurazione di due botteghe della legalità firmate "Libera" nella stessa sede, è stato raccolto immediatamente dal presidente del Consiglio regionale Daniele Leodori.

“La decisione di individuare il territorio pontino come sede di questo appuntamento, diventato il simbolo della battaglia per la legalità – sottolinea il consigliere regionale Enrico Forte – rappresenta un segnale importante da parte della Regione Lazio che continuerà ad essere al fianco di Libera sostenendo le sue iniziative.

Combattere le organizzazioni criminali che si sono ormai insediate nel Lazio e in particolare nella provincia di Latina significa strappare quella parte di economia ormai in mano ai clan e restituirle dignità. Da anni ormai i rapporti degli organismi antimafia e le indagini di magistratura e forze dell’ordine ci raccontano di come nel territorio pontino, da nord a sud, si siano insediate organizzazioni criminali che gestiscono settori importanti dell’economia.

La provincia di Latina  – ricorda ancora Forte – è stata classificata al 25esimo posto nell’elenco dei territori a maggior incidenza della presenza mafiosa e l’ultima relazione della Direzione antimafia ribadisce come la presenza calabrese si sia ulteriormente rafforzata e questo significa che una parte dell’economia è nella mani di gruppi malavitosi che condizionano il mercato e mettono a rischio la legalità.
Celebrare la Giornata della Memoria e dell’Impegno in terra pontina, al fianco di Libera, significa ribadire che la lotta alla criminalità organizzata – conclude – rappresenta per noi una assoluta priorità e un impegno che intendiamo rispettare attraverso una gestione totalmente trasparente dell’amministrazione e degli appalti pubblici”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giornata della Memoria e della Legalità, il prossimo anno a Latina

LatinaToday è in caricamento