rotate-mobile
Cronaca

Viaggio nella memoria, Carturan ad Auschwitz con gli studenti

Il presidente della Commissione Cultura della Provincia: "I giovani devono maturare l'approccio culturale adatto ad approfondire temi come lo sterminio e la prigionia"

Circa 370 studenti pontini in visita nei territori dove durante la seconda guerra mondiale si è concretizzato lo sterminio nazista.

Sette giorni vissuti tra le città di Bassovizza, Vienna, Cracovia la miniera di sale di Wielicka, con tappa finale a Birkenau ed Auschwitz, dove oggi in occasione della Giornata Memoria, si sono tenute le celebrazioni per la liberazione del campo di concentramento nazista.

In questo viaggio lungo la storia, insieme ai giovani che hanno toccato con mano la storia, anche le istituzioni pontine rappresentate dal sindaco di Latina Giovanni Di Giorgi, quello di Cisterna Antonello Merolla e il presidente della Commissione Cultura della Provincia di Latina Mauro Carturan.

“I ragazzi devono, infatti, sapere che in questi campi di concentramento- sottolinea Mauro Carturan da Auschwitz- vennero massacrati decine di milioni di individui, tra i quali moltissimi ebrei. E devono poter maturare l’approccio culturale adatto ad approfondire temi come lo sterminio e la prigionia tesa ad annullare l’uomo nei lager. Per tutte queste ragioni, abbiamo ritenuto giusto far toccar loro con mano con questi ‘Viaggi della memoria’ quella che è stata più grande atrocità umana.”

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Viaggio nella memoria, Carturan ad Auschwitz con gli studenti

LatinaToday è in caricamento