Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca Santa Rita / Via Sant'Agostino

Latina ricorda le vittime della mafia, ma non mancano le polemiche

Nella Giornata della memoria il Ministro Profumo e il presidente di Libera Don Ciotti fanno visita agli studenti del Grassi. La consigliera Zuliani però lamenta l'assenza delle istituzioni

Si celebra oggi, primo giorno di primavera la Giornata della memoria e dell’Impegno per ricordare le vittime delle mafie”.

E anche la città di Latina vive un momento particolare grazie anche al Ministro dell’Istruzione, Francesco Profumo, e del presidente nazionale di Libera Don Luigi Ciotti che si sono recati presso il liceo scientifico Grassi di Latina per incontrare i giovani studenti in una giornata speciale e dal forte valore emotivo, rievocativo ed educativo.

Quella dell’istituto superiore di via Sant’Agostino è stata un’iniziativa davvero importante che ha visto protagonisti assoluti i ragazzi e durante la quale dopo l’apertura del dirigente scolastico, gli interventi dei due ospiti illustri e la lettura di un messaggio del presidente della repubblica Giorgio Napolitano, sono stati elencati i nomi delle vittime innocenti della mafia.

Ma, anche un evento così importante, non poteva non essere condito con un po’ di polemica. Ad alzare il polverone la consigliera comunale del Pd Nicoletta Zuliani che commenta la giornata con un interrogativo: “Che segnale stiamo dando?” in riferimento all’assenza delle istituzioni pontine alla 17esima Giornata della Memoria svoltasi presso l’aula magna del liceo scientifico Grassi.

Mancava il sindaco Di Giorgi e non si sono fatti vedere i suoi delegati, era assente il presidente della provincia Cusani – ha dichiarato la zuliani -. Prendiamo atto della profonda inadeguatezza dei nostri amministratori che non riescono nemmeno a partecipare a un’iniziativa che vede la presenza di un ministro sul nostro territorio”.

Lo stesso Don Ciotti ha sottolineato l’importanza della venuta del ministro a Latina in una ricorrenza così pregna di significati, anche e soprattutto per il capoluogo pontino. “Un atteggiamento quello dei rappresentanti della maggioranza di Provincia e Comune che si presta a varie interpretazioni. Un atteggiamento che parla forte per la sua assenza”.

“Proprio il ministro Profumo ha ricordato come la scuola sia baluardo di legalità. Ma che messaggio stanno mandando al mondo della scuola? – si chiede la consigliera - In che modo teniamo in considerazione le nuove generazioni? In che maniera stiamo lavorando alla cultura della legalità e contro le mafie?”.

“Tutto il gruppo consiliare del Partito democratico si dichiara contro tutte le mafie e ribadisce il proprio impegno in prima linea a contrastarle a tutti i livelli sul territorio” chiosa la nota del Partito democratico.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Latina ricorda le vittime della mafia, ma non mancano le polemiche

LatinaToday è in caricamento