Martedì, 26 Ottobre 2021
Cronaca

Giornata della Memoria, in bici da Roma a Latina per le vittime di mafia

Al via domani dalla capitale la "Transumanza a pedali" la biciclettata della legalità con arrivo sabato 22 marzo nel capoluogo pontino per la Giornata della Memoria. In piazza del Popolo allestito un "palco a pedali"

In bicicletta da Roma a Latina per ricordare tutte le vittime della mafia. Partirà domani dalla capitale per arrivare sabato nel capoluogo pontino la biciclettata per la legalità nell’ambito della Giornata della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime delle mafie, intitolata “Radici di memoria frutti di impegno”, che si terrà proprio il 22 marzo a Latina.

La “Transumanza a pedali” è l’evento organizzato dal gruppo musicale Tetes de Bois e da Libera e affiancherà  il corteo in programma sabato nel capoluogo pontino per ricordare 900 vittime innocenti delle mafie.

LA TRANSUMANZA - Cento i cento i passi che separavano la casa del boss mafioso di Cinisi, Gaetano Badalamenti, da quella di Peppino Impastato, ucciso da Cosa Nostra il 9 maggio del 1978, e cento sono i chilometri che separano Roma da Latina e che saranno percorsi in bicicletta; si parte venerdì mattina alle 8 dal Colosseo e si arriverà nel capoluogo pontino attrevrsando un itinerario naturalistico d'eccezione passando per i laghi dei Colli Albani, i Pratoni del Vivaro, le Vigne dei Castelli, la Pianura Pontina). Oppure si potrà arrivare direttamente la mattina del 22 a Latina e percorrere gli ultimi dieci chilometri della transumanza raggiungendo il corteo di Libera in bicicletta.

Il via simbolico è stato già dato alla Pisana, dove il presidente del Consiglio regionale, Daniele Leodori, ha presentato l'evento insieme al coordinatore di Libera Lazio, Ferdinando Secchi, al cantante dei Tetes de Bois, Andrea Satta, alla cantante, Silvia Salemi, all'attore Kaspar Capparoni, insieme agli alunni delle scuole.

IL CORTEO E LE MANIFESTAZIONIAlle 10 da via Isonzo partirà poi il corteo che guidato da Don Ciotti sfilerà per le vie del centro di Latina per arrivare poi in piazza del Popolo dove si concluderà la mattinata con la lettura dal palco dei nomi delle 900 vittime. Nel pomeriggio poi sono previsti più di 20 tra incontri, seminari e spettacoli in tutta la città. Oltre 400 pullman sono previsti da tutta Italia.

LA SCELTA DI LATINA - Il perché della scelta del comune pontino l'ha spiegato il presidente Leodori durante la conferenza stampa di ieri: "L'idea è venuta a don Ciotti la scorsa estate quando abbiamo inaugurato la bottega di Libera qui alla Pisana, anche per sensibilizzare il Lazio che sembra immune da infiltrazioni mafiose e invece le numerose operazioni di polizia hanno dimostrato che questo fenomeno è presente anche se spesso viene sottovalutato".

IL PALCO - La lettura dei nomi delle 900 vittime sabato 22 marzo avverrà da un “palco a pedali” allestito in piazza del Popolo e che sarà alimentato dall'energia prodotta dalle 'pedalate' di cento persone. Saranno infatti, oltre cento ciclisti a dare energia elettrica a luci e amplificatori della band dei Tetes de Bois e al palco alimentato da 128 dinamo collegate ad altrettante biciclette.

GIORNATA DELLA MEMORIA: IL PROGRAMMA

GIORNATA DELLA MEMORIA: EVENTI E SEMINARI

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giornata della Memoria, in bici da Roma a Latina per le vittime di mafia

LatinaToday è in caricamento