Giro d'Italia, il sindaco di Terracina ringrazia la città: "Una festa di sport, una festa di popolo"

Lo spettacolo della Corsa Rosa al traguardo della quinta tappa. Grande partecipazione della città

Si è conclusa ieri pomeriggio, poco dopo le 17, la quinta tappa del Giro d'Italia. Una festa che a Terracina è stata vissuta da tantissimi cittadini che non hanno voluto perdere l'evento e che hanno sfidato la pioggia battente per guardare i ciclisti tagliare il traguardo. A fine giornata un commento del sindaco Nicola Procaccini (nella foto di Mirko Sperlonga pubblicata sulla pagina Facebook), che era sul podio accanto al vincitore Pascal Ackerman: "Una festa di sport, una festa di popolo - ha dichiarato il primo cittadino Procaccini, facendo un chiaro riferimento ai momenti difficili vissuti dalla città nel corso degli ultimi mesi - E pazienza per la pioggia, fa parte della vita. Sappiamo bene che purtroppo le tragedie sono altre. Anche per questo volevamo che tutto funzionasse al meglio. Ci siamo riusciti, e alla fine la pioggia battente è stata solo una prova in più da superare. Grazie a tutti coloro che si sono dannati l’anima per questa sfida cittadina". 

Calandrini: "Un investimento e una scelta vincente per Terracina"

Giro d'Italia, conclusa la quinta tappa: a Terracina vince Ackermann

Tutto ha funzionato e l'intera città ha partecipato. Nel corso della giornata è stata allestita una sala stampa per consentire ai cronisti di seguire la gara. Vicino al traguardo è stato allestito un "villaggio del Giro" e l'amministrazione e i cittadini hanno partecipato "vestendo" la città di rosa. 

La Corsa Rosa in provincia: tutte le tappe della giornata

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il paziente piange, l'infermiera del reparto covid si ferma e lo rassicura. Lo scatto diventa virale

  • Coronavirus Latina: lutto nell’Arma dei Carabinieri, muore l’appuntato Alessandro Cosmo

  • Coronavirus: Lazio in zona arancione. Nuove restrizioni anche per la provincia di Latina

  • Vaccini agli over 80: avviso ai medici di medicina generale. Si parte il primo febbraio

  • Coronavirus Latina, cresciuti i casi di tipo familiare. Al Goretti situazione di “continuativa emergenza”

  • Coronavirus, Latina e il Lazio in zona arancione: quali i divieti e cosa si può fare

Torna su
LatinaToday è in caricamento