Gucci rimedia alla “svista” sul Giardino di Ninfa, il nome di Cisterna ora è nella campagna

Ieri il sindaco Della Penna ha bacchettato la Maison per aver collocato Ninfa "near Roma" nell'ambito della nuova campagna pubblicitaria; oggi la comunicazione dell'azienda che si è scusata per il malinteso

The Garden of Ninfa, located in Cisterna di Latina” si legge nel post su Facebook che accompagna la nuova campagna pubblicitaria della maison Gucci. 

A meno di ventiquattro ore dall’intervento del sindaco Eleonora Della Penna in cui lamentava come il Giardino di Ninfa, location scelta per la nuova campagna Gucci, fosse genericamente collocata “near Rome” (vicino Roma), il direttore della Comunicazione della prestigiosa maison ha posto riparo alla “svista inserendo il nome di Cisterna di Latina nei testi che accompagnano lo spot.

Ha inoltre inviato una cordiale email al sindaco chiarendo che non era intenzione dell’azienda creare malintesi ed esprimendo apprezzamenti sulla bellezza del romantico giardino dei Caetani.

Soddisfazione è stata espressa dall’Amministrazione comunale: “Da oggi Cisterna e il suo magnifico Giardino di Ninfa saranno più conosciuti ed apprezzati nel mondo grazie a Gucci” si legge in una nota.

"Ho ricevuto questa mattina una mail dalla Maison Gucci – afferma il sindaco Della Penna – nella quale il direttore della Comunicazione Alessio Vannetti mi comunica di avere aggiornato tutti i social media del gruppo inserendo il nome di Cisterna di Latina nella campagna pubblicitaria girata a Ninfa. Per questo sento il bisogno di ringraziare la direzione dell’azienda per la sensibilità e la serietà dimostrata in questa vicenda. Nonché per l'entusiasmo, la cura e la poesia con cui hanno trasmesso la ‘storia e la bellezza’ del giardino di Ninfa definendolo, a giusto titolo, una ‘meraviglia italiana’ e ribadendo che il post pubblicato sui social in questi giorni è solo il primo di una serie. 

Ora dunque godiamoci questo video, i colori straordinari, le emozioni che suscita, il sogno che trasmette e facciamolo con un pizzico d'orgoglio in più. Perché tutto questo è casa nostra. Perché tutto questo siamo noi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Latina: altri 5 decessi in provincia, 139 i nuovi casi positivi

  • Coronavirus Latina, la curva sale ancora: 260 nuovi contagi in provincia. Tre i decessi

  • Coronavirus, nuova impennata: 309 casi in provincia, quattro morti. In aumento i ricoveri

  • Coronavirus Latina: sono 169 i nuovi casi positivi in provincia. Altri tre decessi

  • Coronavirus Latina: la curva dei contagi non si piega, altri 257 in provincia. Tre i decessi

  • Tamponi in farmacia, dove farli a Latina e provincia. L'elenco completo e gli indirizzi

Torna su
LatinaToday è in caricamento