rotate-mobile
Cronaca Formia

Formia, fermato dopo aver bevuto dà in escandescenze in ospedale

Dopo aver rifiutato il test alcolemico è stato sottoposto al prelievo in ospedale dove ha cercato di danneggiare le attrezzature. Denunciato per guida in stato di ebbrezza; deferito anche l'amico

Quello che doveva essere un normale controllo stradale alla fine si è concluso con due denunce, una per guida in stato di ebbrezza alcolica, e l’altra per minaccia a pubblico ufficiale.

L’episodio durante la notte del 24 giugno a Formia e ha visto protagonisti in negativo due ragazzi originari di Caserta.

Tutto è cominciato dopo l’alt intimato dai carabinieri del locale comando Norm a lavoro per un normale servizio dei controlli.

Una volta fermato, il giovane campano di 22 anni che si trovava al volante della vettura si è rifiutato di sottoporsi al test alcolemico. Dopo essere stato accompagnato all’ospedale Dono Svizzero per i prelievi del caso, il ragazzo ha cominciato a dare in escandescenze.

In forte stato di agitazione ha cercato di impossessarsi delle attrezzature sanitarie con l’intento di danneggiarle. Solo il nuovo intervento dei militari ancora presenti al nosocomio ha potuto evitare il peggio.

Sottoposto ai prelievi è risultato avere un tasso alcolemico pari a 1,50 g/l e per questo nei suoi confronti è scattata la denuncia per guida in stato di ebbrezza.

Nel frattempo, il giovane coetaneo che si trovava sull’auto con lui al momento dei controlli è stato deferito in stato di libertà per minaccia a pubblico ufficiale. Anche lui sottoposto al test preliminare per l’alcool – per l’eventuale affido dell’auto -, è risultato positivo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Formia, fermato dopo aver bevuto dà in escandescenze in ospedale

LatinaToday è in caricamento