Alzheimer, quale assistenza sul territorio? Una tavola rotonda in Comune a Latina

L’iniziativa dal titolo “Ho l’Alzheimer ma non lo ricordo” organizzata dall'Amministrazione e dal centro diurno Casa Aima per informare la cittadinanza sulle attività di sostegno e i percorsi di cura presenti sul territorio per questa tipologia di pazienti

Alzheimer, quale assistenza sul territorio? A questa domanda si cercherà di rispondere domani, martedì 21 novembre, nel corso di una tavola rotonda organizzata dal Comune di Latina e dal centro diurno Casa Aima. 

L’incontro dal titolo “Ho l’Alzheimer ma non lo ricordo” con l’obiettivo di informare la cittadinanza sulle attività di sostegno e i percorsi di cura presenti sul territorio per questa tipologia di pazienti.

Con l’invecchiamento della popolazione e l’allungamento della vita media, i casi di Alzheimer sono aumentati, tanto che l'Organizzazione Mondiale della Sanità ha lanciato l'allarme per lo svilupparsi vertiginoso di questa patologia e ha previsto che nell’arco dei prossimi vent’anni diventerà un’epidemia globale. 

“In Italia – spiega la consigliera comunale Luisa Mobili che ha assunto la direzione scientifica dell’evento – oltre un milione di persone sono affette da demenza di cui la malattia di Alzheimer da sola costituisce il 60% di tutti casi. A rendere più drammatico il quadro generale contribuisce la constatazione che per ogni persona che ne è affetta sono coinvolte almeno altre due persone con pesanti ricadute emotive ed economiche sulla qualità della loro vita. Per fare fronte a questa ‘epidemia’, accanto a una terapia medica, non sempre efficace, si utilizzano tecniche di riabilitazione cognitiva in cui un ruolo decisivo è rappresentato dall’approccio ‘umanistico’ centrato sul singolo paziente”. 

In quest’ultimo aspetto si inserisce la proposta di intervento del centro diurno per l’assistenza ai malati di Alzheimer e il sostegno ai loro familiari Casa Aima. Aperto nel 1998 grazie ad un accordo fra il Comune e l’Asl di Latina, il centro impegna i suoi ospiti con terapie occupazionali e relazionali e mette a disposizione dei loro familiari corsi di auto-aiuto, consulenze psicologiche e legali, uno sportello informativo trovando nel volontariato la propria forza e ragione di essere.       

L’appuntamento per i cittadini interessati a seguire la tavola rotonda è nella sala Enzo De Pasquale del Palazzo civico alle 15.30 di domani. Interverranno tra gli altri: il sindaco di Latina Damiano Coletta; l’assessora al Welfare Patrizia Ciccarelli; Antonio Sabatucci, responsabile dell’UOC Prevenzione Attiva della Asl di Latina; il presidente dell’Ordine dei Medici Giovanni Maria Righetti; il presidente e il Vicepresidente di Casa Aima.

L’iniziativa è tra le attività promosse nell’ambito della Rete Città Sane

alzheimer_tavola_rotonda_locandina

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla Pontina: investito da un tir, muore un uomo di 43 anni

  • Coronavirus Latina: sono 169 i nuovi casi positivi in provincia. Altri tre decessi

  • Coronavirus, altri 209 contagi e tre morti in provincia. Boom di casi a Terracina

  • Coronavirus Latina: nuovi casi ancora sopra i 200 in provincia. Altri 6 decessi

  • Morto dopo un inseguimento, la guardia giurata condannata a nove anni per omicidio

  • Coronavirus Latina: 149 i nuovi casi in provincia, ma i guariti sono 190. Altri 4 decessi

Torna su
LatinaToday è in caricamento