Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca

“Chi si droga arriva dopo”, presentato a Latina il libro “I love the night life”

Alla Feltrinelli il volume dei dj Marco Trani e Corrado Rizza che racconta 30 anni di mode e costumi sconosciuti ai giovani e cerca di far capire loro l'importanza de divertimento sano

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LatinaToday

Nell’accogliente cornice della Feltrinelli di Latina è stato presentato, giovedì pomeriggio, il libro “I love the night life”. È il racconto in presa diretta delle magiche notti romane dalla fine degli anni ‘70 ai primi anni ‘90. Discoteche, mode, stili di vita, fashion e musica. Il mondo della notte raccontato da un fitto dialogo di due dj: Marco Trani e Corrado Rizza. Una sincera chiacchierata di due vecchi amici che si incontrano in piazza Barberini e segnano una linea di demarcazione tra il divertimento dei magici anni ‘80 e l’attuale mondo delle discoteche e dei locali notturni italiani.

Alla presentazione era presente uno dei due autori, Marco Trani, che in maniera coinvolgente ha ricordato le sue prime esperienze lavorative, la sua scelta di vita di dedicarsi interamente alla musica e alla necessità di sensibilizzare in maniera diversa le nuove generazioni.

“La musica, io ed il mio amico Corrado Rizza – afferma Marco Trani –, l’abbiamo sempre vissuta come una semplice passione e mai come un lavoro. Amavamo passare la nostra musica, farla ascoltare a più gente possibile. Non avevamo obiettivi di successo o ricchezza. Gli ideali erano diversi. Noi volevamo solamente divertirci e far divertire, in maniera sana, più gente possibile”.

Con più di trent’anni di esperienza alle spalle Marco Trani ha episodi e curiosità da vendere. Le 320 pagine del libro e le 700 fotografie rare presenti nel libro “I love the night life” raccolgono proprio questo: trent’anni di mode e costumi ormai sconosciuti ai più giovani.

“A volte capitava di dover inserire una canzone degli ABBA – afferma Marco Trani – perché loro erano in pista ad ascoltarti. La stessa cosa avveniva con Renato Zero e con altre decine di artisti di livello nazionale ed internazionale. Tutti amavamo vivere di musica. Alcuni di noi ce l’hanno fatta come me che, da giovanissimo, ho deciso di abbandonare definitivamente il mio lavoro per dedicarmi 365 giorni l’anno alla mia passione: la musica”

Una passione che ha salvato Marco Trani dalle droghe e dalle brutte situazioni che la vita, purtroppo, ti richiede di dover affrontare. Proprio sul problema sociale si è soffermato Trani grazie anche alla sensibilità mostrata da Giovanni Delle Cave, presidente dell’ AEFVS e da Andrea Fanti, del consiglio dei giovani di Latina.

“La vita è preziosa ed i ragazzi devono imparare a dire di no – afferma con decisione Marco Trani -. Chi si droga o fa un uso sconsiderato dell’alcol arriva sempre dopo, su tutte le cose. È rallentato. Il consiglio che mi sento di dare ai giovani che hanno la necessità di sfogarsi e di liberare il proprio corpo è quello di correre, andare in palestra, ballare. Stimolare il proprio corpo fisicamente e non artificialmente con droghe o altro. Vedere giovani assopiti dalla musica dei Rave Party è un qualcosa di deleterio. Dico ciò perché il mio più grande desiderio è vedere la generazione di mio figlio riconquistare la semplicità del divertimento e della musica stessa”.

Proprio per sensibilizzare nel migliore dei modi i giovani della città su un divertimento “sano” e “genuino” erano presenti all’evento alcuni dei più importanti gestori di discoteche e locali di Latina. Un modo per riunire le istituzioni (Provincia di Latina e Comune di Latina), rappresentanti dei giovani (Consiglio dei Giovani) e associazioni sensibili alle stragi del sabato sera (AEFVS).

L’organizzazione della manifestazione è curata da Antonio Scandurra e dall’Associazione Culturale Melarossa. L’evento è reso possibile anche grazie al prezioso contributo dei seguenti sponsor: Guagliumi, Feltrinelli, Allianz Ras (Assipolo Due Assicurazioni) e Da.Ma. (Organizzazione Eventi)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Chi si droga arriva dopo”, presentato a Latina il libro “I love the night life”

LatinaToday è in caricamento