"No ai centri di accoglienza”: azione notturna di CasaPound. Striscioni in città

L'iniziativa del movimento nel capoluogo pontino contro "chi lucra sul fenomeno migratorio e ne alimenta l'illegalità"

"No ai centri di accoglienza”: azione notturna di CasaPound Latina che ha attaccato diversi striscioni sul territorio comunale. 

La frase, spiegano dal movimento, “nelle intenzioni del movimento è rivolta soprattutto a chi lucra sul fenomeno migratorio e ne alimenta l’illegalità". 

"Il sistema delle cooperative già tristemente protagoniste nelle vicende romane legate a Salvatore Buzzi e a mafia capitale pensa di continuare a capitalizzare sui centri d'accoglienza e sui soldi che vengono destinati alle stesse cooperative per ogni immigrato - commentano dal movimento per voce di Marco Savastano -.

Sappiamo che a breve ci saranno nuovi arrivi proprio a Latina ma il comune al momento non da alcun dato ufficiale”.  

"Questo folle sistema va a danno di tutti, dei cittadini che vivono nella precarietà e nell'insicurezza ma anche dei richiedenti asilo stessi che ne hanno davvero diritto e che vedono il loro posto occupato da chi non scappa da nessuna guerra e cerca solo un paio di anni a spese nostre. Per noi - conclude la nota - tutto questo è profondamente sbagliato”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla Pontina: investito da un tir, muore un uomo di 43 anni

  • Coronavirus Latina, la curva sale ancora: 260 nuovi contagi in provincia. Tre i decessi

  • Coronavirus Latina: sono 169 i nuovi casi positivi in provincia. Altri tre decessi

  • Coronavirus Latina: nuovi casi ancora sopra i 200 in provincia. Altri 6 decessi

  • Coronavirus, altri 209 contagi e tre morti in provincia. Boom di casi a Terracina

  • Morto dopo un inseguimento, la guardia giurata condannata a nove anni per omicidio

Torna su
LatinaToday è in caricamento