menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cisterna, inaugurato il Banco Alimentare. Subito la prima iniziativa

Il primo magazzino in provincia per lo stoccaggio dei prodotti del Banco Alimentare nei locali di via Carducci sottostanti il Palazzo comunale. Sabato 29 novembre in programma Giornata Nazionale della Colletta Alimentare

E’ stato inaugurato ieri a Cisterna, nei locali di via Carducci sottostanti il Palazzo comunale, il primo magazzino in provincia di Latina per lo stoccaggio dei prodotti del Banco Alimentare. Si tratta, come spiegano dal Comune, di una collocazione temporanea in vista di una sede più ampia che oltre allo stoccaggio consentirà anche la distribuzione diretta.

Al taglio del nastro erano presenti Giulio Ciotti, responsabile provinciale per la Fondazione Banco Alimentare Lazio, Mario Rosmelli, responsabile di zona per il Banco Alimentare e presidente dell’Istituto per la famiglia onlus, il sindaco Eleonora Della Penna, l’assessore ai Servizi Sociali Angela Coluzzi i quali hanno sottoscritto la convenzione per la gestione del servizio.

L’iniziativa mira alla valorizzazione sociale delle eccedenze alimentari a scopo benefico.
Sono fondamentalmente tre – spiega Giulio Ciotti – le fonti di raccolta dei prodotti che stoccheremo d’ora in poi anche a Cisterna per ridistribuirli dove ce n’è bisogno: tramite la grande distribuzione agroalimentare; tramite la Agea (Agenzia per le Erogazioni in Agricoltura);  tramite le collette alimentari.

I prodotti rispondono ai requisiti richiesti dal Regolamento Europeo sull’igiene alimentare e non si tratta affatto di scarti ma di eccedenze. La politica del Bando Alimentare è quella di decentrare le attività e rendere più autonomi ed efficienti gli interventi sul territorio. Per questo Cisterna è un punto di riferimento importante per lo stoccaggio e la distribuzione nella provincia di Latina e nel centro sud della regione. Una scelta dettata da motivi geografici ma soprattutto dalla grande sensibilità e collaborazione dimostrata dai rappresentanti dell’Amministrazione comunale”.

“Siamo soddisfatti e orgogliosi – commentano il sindaco Della Penna e l’assessore Coluzzi – di accogliere il Banco Alimentare a Cisterna. Era un punto importante del nostro programma elettorale e ci siamo subito impegnati per realizzarlo e dare risposte concrete alle tante famiglie in situazione di disagio che necessitano dei beni di primaria necessità. La soddisfazione è ancora più grande per essere riusciti, grazie alla partecipazione di Mario Rosmelli al progetto, a stipulare la convenzione con la Fondazione Banco Alimentare Lazio che ci da ampie garanzie di qualità e continuità del servizio. Abbiamo già individuato locali più ampi e siamo in attesa delle dovute autorizzazioni così da poter affiancare allo stoccaggio anche una distribuzione diretta a coloro che hanno bisogno di assistenza”.

L’istituzione del Banco Alimentare giunge proprio alla vigilia di una delle sue più importanti iniziative di raccolta che ogni anno si tiene l’ultimo sabato di novembre: la Giornata Nazionale della Colletta Alimentare. Pertanto domani, sabato 29 novembre, sarà possibile compiere un piccolo gesto di grande generosità devolvendo un prodotto alimentare acquistato, preferibilmente olio, omogeneizzati e altri prodotti alimentari per l’infanzia, ai volontari presenti in numerosi supermercati di Cisterna, del Lazio e d’Italia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento