Venerdì, 22 Ottobre 2021
Cronaca strada regioanle Pontina

Via il “semaforo maledetto”, inaugurato il sottopasso della Pontina

"E' un'opera che aspettavamo da anni che ricuce la città e toglie un semaforo maledetto" ha dichiarato il sindaco Di Giorgi. "Un'infrastruttura - ha proseguito il presidente Zingaretti - che darà sostegno anche al turismo"

E’ stato inaugurato nel pomeriggio di ieri il sottopasso all’incrocio tra viale Le Corbusier e la Pontina. Un’opera attesa da anni e che va a sostituire il semaforo attraverso la realizzazione di un sottopasso stradale e di una sopraelevazione di un breve tratto della 148, permettendo così di mettere in sicurezza lo snodo e agevolare lo scorrimento del traffico veicolare su una così importante arteria di collegamento.

Al taglio del nastro dei due sottopassi con rotatoria il presidente della Regione Lazio, che ha cofinaziato il progetto, il sindaco di Latina, Giovanni di Giorgi, e l'amministratore unico di Astral Antonio Mallamo.
“Penso che quello di oggi è un giorno importante per la nostra città - ha commentato il sindaco Di Giorgi - perché questa è un’opera che aspettavamo da tanti anni e che parte da lontano. E’ un opera che ricuce la città e mette in collegamento due aree importanti della città e toglie un semaforo maledetto. Finalmente questa infrastruttura è stata realizzata - prosegue il primo cittadino - e vorrei ricordare e fare un applauso a tutte le vittime che ci sono state su quest’incrocio”.

"Il presidente Zingaretti ormai e' di casa a Latina - ha poi aggiunto Di Giorgi -; se c'e' rispetto delle istituzioni le cose si fanno, si realizzano. Noi il 28 dicembre eravamo qui a mettere la prima pietra, ci guardavano come marziani, nessuno pensava che dopo sette mesi l'opera sarebbe stata finita”.

Quest’opera ha un valore per tutti coloro che usano la Pontina, per il quartiere e perché finalmente si toglie un incrocio drammatico e pericolosissimo ma anche un valore simbolico perché si dimostra che le cose possono cambiare e i fatti si possono fare - ha dichiarato il presidente della Regione che ha ricordato le tappe che hanno portato alla realizzazione dell’infrastruttura con il progetto originale che nasce nel 2006, mentre l’accordo di programma risale al 2010 e una volta trovati i finanziamenti alla fine del 2013 a dicembre dello scorso anno e “incredibilmente per quanto succede in Italia un mese prima della scadenza dei lavori apriamo al traffico questa arteria così importante”.

Ma c’è un altro elemento su cui il governatore del Lazio ha voluto porre l’attenzione durante il suo intervento: il sostegno che l’opera potrà dare alla vocazione turistica del territorio pontino: “Già da questa estate chi vuole recarsi in tutte le località turistiche a sud del Lazio passando da qui, lo potrà fare in maniera più agevole, più veloce e sicura. Abbiamo tolto un tappo che, anche per il pendolarismo turistico, era un problema di competitività. Quindi - ha concluso Zingaretti, è un’opera che ci voleva, che dà un bel segnale, un segnale che assicuro non sarà una parentesi nel deserto”.

"Abbiamo terminato in anticipo - ha affermato Mallamo - nonostante il cantiere abbia subito 59 giorni di stop meteo e 21 giorni di stop per problemi legati ai sottoservizi. Grazie anche ai residenti dei palazzi di fronte che hanno fatto un monitoraggio sul cantiere che noi non avremmo saputo fare meglio”.

A sette mesi dall’apertura dei cantieri, ed in anticipo rispetto ai tempi previsti rispetto alla data di consegna (24 settembre), da lunedì 11 agosto sarà aperto al pubblico il sovrappasso per il collegamento con la Pontina - quando i lavori saranno ultimati e completati i collaudi -, mentre il 14 agosto sarà la volta del sottopasso con il collegamento ai quartieri Q4-Q5.

La rotatoria, ribassata rispetto alla Pontina di oltre cinque metri, e' costata 2.280 milioni, di cui 800 a carico del Comune, circa un milione di finanziamento Regione-Astral e circa 450 mila euro di finanziamento regionale a favore della città di Latina.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via il “semaforo maledetto”, inaugurato il sottopasso della Pontina

LatinaToday è in caricamento