Cronaca

Incarichi legali esterni, 17 dirigenti Ater di Latina assolti dall’accusa di danno erariale

La sentenza della Corte dei Conti a chiusura dell’inchiesta avviata nel 2012 dalla Finanza

Si è chiuso con 17 assoluzioni il procedimento a carico di altrettante persone tra amministratori, dirigenti e controllori contabili dell’Ater chiamate a rispondere di danno erariale.

La sentenza è stata pronunciata dalla Corte dei Conti regionale a conclusione di un’inchiesta nata nel 2012 che ha coinvolto il direttore generale Paolo Ciampi, il facente funzioni Francesco Berardi, l’allora responsabile servizio legale Massimo Saurini, i presidenti e commissari straordinari del periodo 2010-2015, Claudio Lecce, Gianfranco Sciscione, Antonello Tornitore, Vittorio Zemella e Fabrizio Ferracci, l’intero CdA che ha approvato i bilanci consuntivi del 2010 e 2011, Gianfranco Sciscione, Enrico De Persiis, Giuseppe Coluzzi, Paola Bernoni, Paolo Frison, Francesco Domenichelli e Francesco Aversa, il commissario straordinario Fabrizio Ferracci, e i revisori Giovanni Masci, Bruno Picano e Marco Paris. Il procedimento aperto nei loro confronti riguardava il conferimento di un numero eccessivo di incarichi legali esterni da parte dell’Azienda che si occupa della case popolari il cui ammontare è stato quantificato in 647mila euro.

I giudici contabili nella sentenza hanno però rilevato che non c’è stato dolo né colpa grave né tanto meno danno erariale nell’operato dei 17 amministratori ed hanno  riconosciuto la “piena conformità degli incarichi legali, la correttezza dell’operato del direttore generale e l’adeguatezza dell’attività gestionale”.

Le indagini, condotte  dal Nucleo provinciale di polizia tributaria della Guardia di finanza di Latina, aveva preso il via in seguito alla denuncia di un dirigente dell’Azienda.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incarichi legali esterni, 17 dirigenti Ater di Latina assolti dall’accusa di danno erariale

LatinaToday è in caricamento