menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Inferno di fuoco nella zona di via Isonzo, incendiati 7 auto e 3 scooter

I fatti nella notte tra via Parini, via San Tommaso D'Aquino, via Pontinia e via Priverno. Vigili del fuoco a lavoro per ore prima di avere ragione dei roghi che hanno distrutto i nove mezzi. E' caccia al pirata

Notte di fuoco nella zona di via Isonzo: 6 auto e tre scooter sono stati dati alle fiamme nell’arco di poche ore.

La prima segnalazione, intorno all’1, è arrivata da via Parini per un rogo ad una Jaguar di una famiglia residente nella zona, seguita qualche minuto dopo da una seconda segnalazione: questa volta ad essere distrutta dalle fiamme era una Ford Ka. Poi in successione l’allarme è scattato anche in via Priverno per un Suv a fuoco e tra via San Tommaso D'Aquino e via Pontinia dove in fiamme questa volta sono andate 4 vetture - una Y10 vecchio tipo, una Punto, una Panda e una Renault - e tre scooter, di cui due praticamente distrutti e il terzo danneggiato nella parte posteriore.

Danneggiate anche la vetrina e l'insegna esterna della Banca Unicredit nelle vicinanze. L’ultima chiamata al centralino del 115 qualche minuto prima delle 4 con i vigili del fuoco sono stati impegnati per tutta la notte per domare i roghi che hanno pesantemente danneggiato i 9 mezzi. Sul posto anche gli specialisti del Siap - Sezione Investigativa Antincendi Provinciale - per i rilievi e gli accertamenti che potrebbero risultare utili alle indagini.

LE INDAGINI - Le indagini sono state affidate alla polizia, che ha sequestrato i mezzi incendiati, che sin dalle prime ore di questa mattina è a lavoro per risalire al piromane che nel corso della notte si è reso responsabile della scia di fuoco.

Come fanno sapere dalla Questura, diverse sono le perquisizione effettuate dagli agenti che coadiuvati dagli specialisti Scientifica, stanno in queste ore raccogliendo ogni elemento utile all’individuazione del responsabile di questi atti vandalici.

Nessun elemento viene trascurato; al vaglio i filmati delle telecamere di sorveglianza poste nei pressi degli esercizi commerciali, banche e distributori di carburante. Si indaga soprattutto tra i soggetti che annoverano precedenti specifici per incendio e danneggiamenti, anche in virtù del fatto che le auto incendiate sono tutte intestate a cittadini che nulla hanno mai avuto a che fare con le forze dell’ordine.
 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento