Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca

Incendi boschivi in calo, D’Angelo: “Dati condizionati dal maltempo”

Il comandante dei vigili del fuoco, quasi al termine della stagione, ha tracciato un bilancio dell'estate appena trascorsa che ha registrato un drastico calo del numero di roghi boschivi rispetto agli anni passati

Alla vigilia dell’inizio della sua nuova esperienza lavorativa al Viminale, che coincide quasi con la fine della stagione estiva, il comandante dei vigili del fuoco Cristina D’Angelo ha voluto tracciare, come di consueto, il bilancio relativo a quella che negli ultimi anni è stata una vera e propria piaga, non solo nel territorio pontino, mitigata quest’anno anche dalle condizioni meteo: gli incendi boschivi.

IL QUADRO DEL 2014 - Prima uno sguardo in generale a tutti gli interventi realizzati nel 2014 in raffronto con il 2013. Nei primi nove mesi di quest’anno sono stati 5310 gli interventi a fronte degli 8321 di quello precedente - solo nel capoluogo nel 2014 si sono contati 2144 gli interventi a fronte dei 3367 nel 2013.

GLI INCENDI BOSCHIVI - Per quanto riguarda gli incendi boschivi il raffronto è stato allargato anche agli anni precedenti per dimostrare come dal 2011 ad oggi i roghi siano drasticamente diminuiti, passando dai 2070 del 2011 ai 969 di quest’anno - nel 2012 erano stati 1423 e lo scorso anno 1366. “Non tanto la prevenzione tra le cause di questo calo - ha commentato la D’Angelo - ma soprattutto il maltempo: la pioggia che ci ha accompagnato in questi mesi e ancora in questi giorni è sicuramente motivo di questa fortissima diminuzione”.

I CANADAIR - Ridotto anche gli interventi dei canadair in questa estate 2014 con soli 6 voli e 37 lanci; un numero decisamente basso se confrontato con quello dello scorso anno quando i voli in tutto il territorio provinciale erano stati 21 con 351 lanci d’acqua.

IL PRESIDIO DI RIO MARTINO - Un ultimo riferimento poi ai dati relativi all’attività effettuata nel presidio estivo di Rio Martino - nell’ambito della convenzione con Provincia di Latina e i Comuni di Latina e Sabaudia -: nel 2013 si sono contati 57 interventi, scesi quest’anno a 45 - riferiti sia al soccorso a persona che all’assistenza ad imbarcazioni, il recupero di ostacoli in mare o il soccorso di animali e altro -; un calo, come ha spiegato il comandante, probabilmente legato anche in questo caso “al minore afflusso di persone al mare in conseguenza delle condizioni meteo avverse”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incendi boschivi in calo, D’Angelo: “Dati condizionati dal maltempo”

LatinaToday è in caricamento