Cronaca Sermoneta

Rischio incendi boschivi, ordinanza del sindaco di Sermoneta: “I cittadini collaborino”

Firmata l'ordinanza con la quale è stato dichiarato lo "Stato di grave pericolosità per il rischio di incendi boschivi" dal primo cittadino Claudio Damiano invita anche alla collaborazione dei cittadini. Sarà valida fino dal 15 giugno al 30 settembre

Anche a Sermoneta, purtroppo, come ogni estate si riaffaccia l’incubo degli incendi. 

Per questo l’amministrazione rivolge il suo appello anche ai cittadini di cui serve la collaborazione per prevenire eventuali focolai; purtroppo, infatti commenta l’Ente, “non basta aver negli ultimi anni uno dei Piani di Prevenzione più efficienti della Regione, né è sufficiente l’opera instancabile dei volontari della Protezione Civile, dei Vigili del Fuoco e delle associazioni ambientaliste”. 

Il sindaco Claudio Damiano ha emesso un'ordinanza con la quale è stato dichiarato lo “Stato di grave pericolosità per il rischio di incendi boschivi e di interfaccia sul territorio comunale”, dal 15 giugno al 30 settembre.

Nello specifico, tutti gli enti e ai privati possessori di boschi, terreni, prati, pascoli ed incolti, devono “adoperarsi in ogni modo al fine di evitare il possibile insorgere e la propagazione di incendi, perimetrando e pulendo le aree e rimuovendo sterpaglie e vegetazione secca od infiammabile”. Non solo, ma fino al 30 settembre è proibita l’accensione delle stoppie nelle vicinanze di boschi, siepi, magazzini o depositi di cereali e di altro materiale combustibile o infiammabile e comunque su tutti i terreni condotti a coltura agraria, a pascolo o incolti.

Ma il sindaco invita anche alla collaborazione dei cittadini, “per evitare che incendi come quello del 2007, o gli altri roghi degli ultimi anni quasi tutti dolosi, possano mandare in fumo la preziosa vegetazione delle colline e pianure di Sermoneta, e soprattutto mettere a repentaglio l’incolumità dei residenti e le loro abitazioni. 

Per questo, chiunque abbia notizia di un incendio nelle campagne o nei boschi ha l’obbligo di darne immediato avviso al Comando Vigili Urbani (0773/30018), o al Comando dell’Arma dei Carabinieri (112 o 0773/317035), ai Vigili del Fuoco (115) o al Corpo Forestale (1515)”. 

Ad ogni cittadino, anche turista o gitante, incombe l’obbligo di attenersi alle prescrizioni e a collaborare nelle attività di segnalazione ed intervento”, si legge nell’ordinanza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rischio incendi boschivi, ordinanza del sindaco di Sermoneta: “I cittadini collaborino”

LatinaToday è in caricamento