menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Prevenire gli incendi boschivi, al via la campagna di sensibilizzazione

Obiettivo dell'amministrazione comunale di Gaeta è la salvaguardia del patrimonio ambientale cittadino. Il Comune ricorda quali accorgimenti adottare e quali azioni sono vietate e sanzionabili

Al via la campagna di sensibilizzazione  del Comune di Gaeta, finalizzata alla prevenzione degli incendi boschivi e alla salvaguardiaa  del patrimonio ambientale cittadino.

"La campagna antincendi boschivi - dichiara il primo cittadino Mitrano - è  parte integrante di una più ampia azione di tutela e risanamento dell'ambiente naturale al quale la nostra amministrazione pone massima attenzione e cura. Impedire che il nostro patrimonio verde vada in "fumo", con tutte le gravi conseguenze che ciò comporta, in modo diretto e devastante, sull'ecosistema, e sull'habitat urbano in maniera indiretta ma non meno impattante, significa agire secondo una coscienza civile matura e consapevole". Di qui l'invito alla popolazione "affinché collabori per la prevenzione e la lotta agli incendi boschivi.

Nel periodo di maggior rischio di incendi, che va dal 15 giugno al 30 settembre 2017, è vietato compiere azioni che possono arrecare pericolo mediato o immediato di incendio nelle zone boschive e in tutti i terreni condotti a cultura agraria,  a pascolo o incolti. Fra le azioni vietate sono incluse, a titolo esemplificativo e non esaustivo, le seguenti: depositare e accendere immondizie di qualsiasi natura, bruciare stoppie e altri residui di lavorazione; accendere senza preventiva autorizzazione fuochi per qualsiasi finalità; gettare dai finestrini degli autoveicoli mozziconi di sigarette ancora accesi; fumare nei boschi; lasciare nei boschi o nei loro pressi rifiuti al di fuori dei contenitori preposti.

I proprietari e i possessori di terreni incolti, agrari, boschi, prati e pascoli devono adoperarsi al fine di evitare il possibile insorgere di incendi, adoperandosi  per ripulire dalla vegetazione le aree incolte confinanti con strade e altre vie di transito per una profondità di almeno 5 metri dal confine delle strade.

Massima collaborazione, precisa l’amministrazione, è richiesta alla cittadinanza che è tenuta a segnalare alle autorità competenti le situazioni di rischio e di illegalità.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento