Allarme incendi in provincia, la proposta di Acliterra per la prevenzione e il controllo

L'associazione fa il punto della situazione e pensa a una cabina di regia tra Provincia, comuni e altri enti del territorio

Provincia sotto assedio dei piromani. Sono state settimane difficili per chi si occupa di prevenire e affrontare i roghi divampati sul territorio. Attualmente sono circa 100 le associazioni che, a vario titolo, si occupano dell'ambiente e della prevenzione incendi. Ora Acliterra propone la costituzione di una cabina di regia. 

"La conformazione orografica e l’esposizione ai venti costieri rende il nostro territorio particolarmente sensibile ed esposto alle attenzioni criminali dei piromani - dichiara il presidente dell'associazione, Agostino Mastrogiacomo - Perché di questo si tratta e non di autocombustione, come ormai constatato da tutti gli operatori del settore. Non è vero neanche che è sempre stato così. Negli ultimi quindici anni gli incendi percorrono  i nostri boschi di macchia mediterranea sempre con maggiore intensità, producendo costi economici e costi ambientali molto elevati. Strade, periferie, ferrovie, abitazioni rurali sono in pericolo continuo. Alcuni paesaggi sono stati modificati in senso peggiorativo e in modo irreparabile e costituiscono una perdita anche in senso dell’attrattività turistica, come ad esempio si può dire dell’area paesaggistica intorno al borgo medioevale di Sermoneta, oggi completamente devastata rispetto a pochi anni fa, per non parlare dei Monti Aurunci dove recentemente sono andati in fumo circa 330 ettari di macchia tra Itri e Formia".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'idea è quella di fare fronte comune per quanto riguarda monitoraggio e prevenzione. "Le nostre risorse sono molto limitate, come quelle delle altre associazioni - continua il presidente di Acliterra - La nostra proposta è quella di costituire una cabina di regia che veda coinvolti tutti i comuni della provincia, gli enti territoriali di protezione come le Comunità Montane, i Gal e i Parchi regionali che, sotto la guida dell’ente Provincia di Latina, possa assegnare a queste associazioni risorse con compiti di controllo e di monitoraggio continui  su tutto il territorio, in modo coerente e capillare. Questo potrebbe costituire un forte deterrente ai malintenzionati e un sistema rapido ed efficace di allerta in grado di attivare immediatamente le procedure di intervento con i mezzi di spegnimento". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: nel Lazio 1219 nuovi casi, numeri record in provincia. D’Amato: “Questi i giorni più difficili”

  • Incidente a Sabaudia sulla Migliara 53, scontro tra auto e furgone: muore un ragazzo, due feriti

  • Piazza del Popolo torna agli anni ’70: a Latina le riprese del film "L’Arminuta"

  • Coronavirus Latina, 126 nuovi casi. Sotto osservazione zone della movida e coprifuoco

  • Coronavirus, 1687 nuovi casi nel Lazio e 9 morti. E' massima allerta

  • Coronavirus Latina, nuovo record: 209 contagi e due morti. I casi sono in 22 Comuni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LatinaToday è in caricamento