Vasto incendio ad Ardea, a fuoco deposito di pneumatici: capannoni distrutti dalle fiamme

Massiccio dispiegamento di uomini e mezzi dei vigili del fuoco al lavoro con 8 squadre e per diverse ore per avere la meglio sul vasto rogo. I Comuni di Pomezia e Nettuno ai cittadini: "Chiudete le finestre"

Vasto incendio nella notte tra mercoledì 19 e giovedì 20 agosto, nella zona tra Ardea e Pomezia: le fiamme sono divampate in un’attività industriale al cui interno si trovano 8 capannoni, 6 dei quali usati come depositi di pneumatici per auto e mezzi industriali che sono andati completamente distrutti. Alte le fiamme, mentre si è elevata in cielo anche una colonna di fumo nero visibile da diversi chilometri; immagini che inevitabilmente fanno ritornare alla mente quelle del devastante incendio del 9 agosto scorso alla Loas di Aprilia.

L’allarme è scattato intorno a mezzanotte e sul posto, in via Valle Caia, sono intervenuti i vigili del fuoco: la sala operativa del comando provinciale di Roma ha inviato 8 squadre con il supporto di una autobotte kilolitrica (capiente litri 18.000). Le operazioni di spegnimento sono andate avanti per tutta la notte con i vigili del fuoco impegnati poi anche nelle operazioni di bonifica e messa in sicurezza dell’area coinvolta.

Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri e i sanitari del 118. Accertamenti sono in corso sulle cause dell’incendio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In seguito al rogo questa mattina è intervenuto anche il sindaco di Pomezia, Adriano Zuccalà: “In attesa dei dati informativi, si consiglia la massima prudenza limitando l'esposizione alla nube chiudendo le finestre ed effettuando un accurato lavaggio di frutta e verdura prima del loro consumo - ha detto il primo cittadino -. Il Comune è in contatto con le autorità competenti, seguiranno aggiornamenti”. Arrivano indicazioni ai cittadini anche dal Comune di Nettuno. “Monitoriamo con attenzione l’evolversi della situazione – spiega l’assessore all'Ambiente e Sanità Claudio Dell’Uomo –; siamo in contatto con l’Asl e raccomandiamo alla popolazione, in via precauzionale a tutela della salute pubblica e in attesa che venga definito l’effettivo profilo di rischio per i cittadini, di mantenere chiuse le finestre, di lavare accuratamente frutta e verdura prima del consumo e di provvedere alla pulizia di filtri delle condotte di condizionamento dell’aria e di superfici esterne dove potrebbero accumularsi polveri. Al momento la zona di Nettuno non sembra essere interessata dalla nube scaturita dall’incendio, spinta dal lato opposto dalle attuali condizioni metereologiche. Continueremo, tuttavia, ad essere vigili e a raccordarci con le autorità preposte e siamo pronti ad ogni azione necessaria per garantire la sicurezza della nostra cittadinanza”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: nel Lazio 1219 nuovi casi, numeri record in provincia. D’Amato: “Questi i giorni più difficili”

  • Incidente a Sabaudia sulla Migliara 53, scontro tra auto e furgone: muore un ragazzo, due feriti

  • Coronavirus Latina, 126 nuovi casi. Sotto osservazione zone della movida e coprifuoco

  • Coronavirus: nel Lazio 1541 nuovi casi e 10 decessi. In provincia il secondo dato più alto di sempre

  • Coronavirus, 1687 nuovi casi nel Lazio e 9 morti. E' massima allerta

  • Coronavirus Latina, nuovo record: 209 contagi e due morti. I casi sono in 22 Comuni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LatinaToday è in caricamento