rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Cronaca

Incendiate auto di Acqualatina, presidente Addessi: “Gesto grave”

L’episodio nella notte tra mercoledì 11 e giovedì 13 marzo a Nettuno; interviene il presidente della società: “Si tratta di un atto molto grave, che si aggiunge purtroppo ad altri incresciosi episodi avvenuti negli anni”

Quattro auto aziendali di Acqualatina in fiamme: l’episodio si è verificato a Nettuno nella notte tra mercoledì 11 e giovedì 12 marzo.

Immediato l’intervento dei vigili del fuoco che ha permesso di limitare, per quanto possibile, i danni a mezzi della società che gestisce il servizio idrico. Sul caso indagano ora le forze dell’ordine.

Sull’episodio, a poco più di 24 ore di distanza, è voluto intervenire il presidente di Acqualatina, Giuseppe Addessi. “Si tratta di un accadimento molto grave, che si va purtroppo ad aggiungere ad altri incresciosi episodi che hanno già interessato la nostra Società, negli anni - commenta Addessi -. Ritengo che tali tipi di azioni siano la conseguenza di un clima avvelenato, frutto di toni violenti e denigratori.

In un simile contesto, aggravato dalle indubbie difficoltà economiche generali, persone psicologicamente più fragili, possano lasciarsi trasportare, fino a trascendere in azioni inconsulte di questo tipo” prosegue Addessi che teme “che tale situazione possa dar vita a un’escalation di attacchi alla nostra Società”.

Da qui l’appello “alle Istituzioni, alle Associazioni, ai mass media e, in generale, a tutta la stragrande maggioranza dei cittadini-utenti, di collaborare fattivamente affinché tale clima possa cessare, dichiarandoci pienamente disponibili, come peraltro sempre ribadito, a dialogare, chiarire e confrontarci in maniera civile e trasparente con tutti gli interessati, al fine di sempre più migliorare ed efficentare il servizio svolto sul territorio”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incendiate auto di Acqualatina, presidente Addessi: “Gesto grave”

LatinaToday è in caricamento