Incendio a Carano, arsenico nell’acqua: confermato divieto d’uso in alcune zone di Latina

Il rogo risale a sabato 12 agosto ed ha danneggiato l’impianto di dearsenizzazione. Confermata l'ordinanza del vicesindaco Briganti che vieta l’utilizzo di acqua potabile nelle zone servite dalla centrale Carano-Giannottola

Confermato il divieto di utilizzo di acqua potabile nelle zone di Latina servite dalla centrale Carano-Giannottola.

L’ordinanza era stata emessa nei gironi scorsi dal vicesindaco Briganti in seguito al rogo divampato ad Aprilia il 12 agosto scorso che aveva coincolto anche la centrale di Carano-Giannottola danneggiato l’impianto di dearsenizzazione. 

“Vista la nota  nr. 16862 dell’Asl di Latina sui controlli effettuati nella rete idrica a seguito del danneggiamento dell’impianto di dearsenificazione del Campo Pozzi di Carano-Giannottola da cu risulta che la concentrazione dell’arsenico continua ad essere, seppure leggermente, al di sopra dei limiti previsti e in attesa della riattivazione da parte di Acqualatina dell’impianto danneggiato - fa sapere il Comune -, è confermata l’ordinanza emessa nei giorni scorsi dal vicesindaco Maria Paola Briganti in merito al divieto di utilizzo dell’acqua per il consumo umano nelle zone di Latina servite dalla centrale ovvero nei Borghi Montello, Bainsizza, Santa Maria, Sabotino e nelle località di Foce Verde e Le Ferriere”. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Si ricorda - concludono da piazza del Popolo - che il provvedimento prevede il divieto d’uso per la preparazione di alimenti e bevande in cui l’acqua sia un ingrediente significativo, o entri in contatto con l’alimento per tempi prolungati o sia utilizzata per la cottura; il divieto di impiego da parte delle imprese alimentari; il divieto d’uso per pratiche di igiene personale che comportino l’ingestione anche limitata di acqua come il lavaggio dei denti e del cavo orale”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni amministrative 2020, i risultati: è ballottaggio a Fondi e Terracina

  • Elezioni a Fondi 2020: è ballottaggio tra Maschietto e Parisella

  • Elezioni a Terracina 2020: è ballottaggio tra Roberta Tintari e Valentino Giuliani

  • Coronavirus Latina, nuovo picco di contagi: altri 30 positivi in provincia

  • “Spregiudicato e di grande caratura criminale”: ecco chi è Luciano Iannotta

  • Operazione Dirty Glass: chi è Natan Altomare, "soggetto scaltro e pericoloso"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LatinaToday è in caricamento