Fuoco al negozio “Dalla Libera”, si batte la pista del dolo

Ritrovato del liquido infiammabile sulla serranda e una bottiglia incendiaria sospetta poco lontano. Ora l'attenzione dei carabinieri è rivolta verso l'atto intimidatorio

Si segue la pista dolosa. Questa è la direzione verso cui si sono mosse nelle ultime ore le indagini dei carabinieri del comando provinciale di Latina sull’incendio divampato la notte di Capodanno al noto negozio di biciclette Dalla Libera.

Un'altra giornata di ricerche ha portato alla scoperta della presenza di liquido infiammabile sulla serranda dell’esercizio commerciale e al ritrovamento di una bottiglia incendiaria sospetta poco lontano che è stata immediatamente repertata.

Per ora quindi l’attenzione degli agenti è rivolta verso l’atto intimidatorio anche se ancora non si riesce a risalire al movente del grave gesto dal momento che il titolare continua a dichiarare di non aver mai ricevuto minacce o altro.

Intanto, dopo giornate di sopralluoghi, verrà fatta analizzare la bottiglia nella speranza che i risultati possano far luce sul tremendo incendio che ha arrecato gravi danni al locale di via Isonzo.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alla guida di una Smart a 145 km/h sulla Pontina: patente ritirata a un automobilista

  • Infermiera caposala del Goretti rubava farmaci e ricette, condannata a due anni

  • Fatture false e riciclaggio: la Finanza scopre un'evasione da 100 milioni. Operazione tra Roma e Latina

  • Donna scomparsa da giorni a Doganella, l’appello dei familiari per ritrovarla

  • Aprilia, minacce di morte ai carabinieri in via Francia: convalidati i due arresti

  • I “4 Ristoranti” di Alessandro Borghese sulla Riviera d’Ulisse: trionfa la Ricciola Saracena

Torna su
LatinaToday è in caricamento