Cronaca Sezze / Via Migliara 45, 41

Rogo doloso a Sezze scalo, fiamme nell’azienda di Calvani

Bruciano circa 200 balle di fieno nel capannone agricolo del leader dei Cra e di Dignità sociale: "Vogliono intimidirci, ma non abbiamo paura". Zolfo in polvere usato come innesco

Circa 200 balle di fieno andate a fuoco. Un gioco quasi da ragazzi, dietro il quale si cela una mano dolosa. È stato infatti utilizzato dello zolfo in polvere per incendiare il capannone agricolo dell’azienda di Danilo Calvani, andato distrutto nella nottata tra ieri e oggi. “È stato un atto intimidatorio. Prima o poi ce lo saremmo aspettati” commenta arrabbiato il leader dei Cra e di Dignità sociale.

L’incendio è divampato attorno alle 22.30 presso l’azienda di Calvani, che ha sede in via Migliara 41, in una zona di campagna abbastanza isolata, al confine tra Sezze e Latina. Sul posto si sono portati i vigili del fuoco del Latina, che hanno controllato il rogo e immediatamente avviato le verifiche del caso sull’episodio. Sul posto anche i carabinieri di Sezze.

Un'informativa sulla vicenda è stata inviata dai vigili del fuoco alla Procura di Repubblica di Latina, che ora aprirà un'inchiesta. Si sono attivati anche gli uomini della Digos.

"Si tratta di un atto - sottolinea Calvani - sicuramente doloso. Non provo paura, ma rabbia. Se la prendono con noi perché ci abbiamo messo sempre la faccia. Abbiamo troppi nemici forti: forse ci hanno voluto dare un avvertimento. Valuteremo se si tratta di un episodio isolato. Non possiamo accettare questi metodi: se ce l'hanno con noi, ci denuncino".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rogo doloso a Sezze scalo, fiamme nell’azienda di Calvani

LatinaToday è in caricamento