Incendio a bordo di una motocisterna: esercitazione della Guardia Costiera a Gaeta

L'attività nel porto commerciale realizzata senza alcun preavviso, per rendere più realistico lo scenario d'intervento del personale e dei mezzi

Esercitazione antincendio nel porto commerciale di Gaeta per la Guardia Costiera. Un’ attività addestrativa che, periodicamente, viene organizzata per testare le procedure d’intervento previste dal “Piano antincendio portuale”, adottato dalla Capitaneria di Porto di Gaeta.

L’esercitazione ha avuto inizio senza alcun preavviso, per rendere sempre più realistico lo scenario d’intervento del personale e dei mezzi delle amministrazioni che, a vario titolo, partecipano alle operazioni antincendio.

È stato simulato l’incendio a bordo della motocisterna “Jeranto”, ormeggiata alla banchina Cicconardi del porto commerciale di Gaeta: la sala operativa della Guardia Costiera ha ricevuto, via radio, la richiesta di soccorso da parte del comandante della motocisterna per un incendio divampato in sala macchine, provocando il ferimento di un membro dell’equipaggio. Sono stati quindi allertati i Vigili del Fuoco per le operazioni di spegnimento ed i militari della Guardia Costiera per verificare le condizioni di sicurezza in banchina.

Alle operazioni hanno partecipato i mezzi navali della Guardia Costiera e della Guardia di Finanza per garantire la necessaria cornice di sicurezza in mare con la cooperazione dei servizi tecnico-nautici - piloti del porto, ormeggiatori e rimorchiatori – per fronteggiare anche un eventuale propagarsi dell’incendio, tale da richiedere il disormeggio della motocisterna.

Il regolare svolgimento delle operazioni di spegnimento è stato assicurato dal personale del Nucleo Operativo Intervento Portuale della Guardia Costiera, che ha garantito una cornice di sicurezza a terra, regolando l’accesso in porto ai soli mezzi di soccorso. L’esercitazione, sotto il coordinamento della sala operativa della Guardia Costiera di Gaeta, è terminata con l’estinzione dell’incendio e lo sbarco del ferito. Il ripristino della sicurezza sia a bordo della motocisterna che in porto hanno permesso, così, la regolare ripresa delle attività portuali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“L’intera attività, prevista dalla normativa nazionale, è stata condotta nel rispetto delle procedure previste, per quanto riguarda i tempi di intervento, la capacità tecnica e il grado di coordinamento degli Enti e del personale che ha partecipato all’esercitazione” conclude la Capitaneria di Porto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni amministrative 2020, i risultati: è ballottaggio a Fondi e Terracina

  • Elezioni a Fondi 2020: è ballottaggio tra Maschietto e Parisella

  • Elezioni a Terracina 2020: è ballottaggio tra Roberta Tintari e Valentino Giuliani

  • Coronavirus Latina, nuovo picco di contagi: altri 30 positivi in provincia

  • Coronavirus, 195 casi nel Lazio e tre morti. In provincia dati in flessione dopo il picco

  • Coronavirus Lazio, 197 nuovi casi e un decesso. In terapia intensiva ci sono ancora 22 persone

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LatinaToday è in caricamento