Cronaca Aprilia / Strada Nettunense

Violento incendio all’ex Enotria, in fiamme il rifugio dei senzatetto

L'ex stabilimento sulla Nettunense ad Aprilia solitamente occupato dai nomadi avvolto dalle lingue di fuoco. Sopralluogo sul posto del sindaco f.f. Antonio Terra e del suo staff

Un violento incendio nella serata di ieri ha colpito lo stabilimento dell’ex Enotria, la fabbrica dismessa che si trova sulla Nettunense e che da tempo ormai è rifugio di senzatetto che vi trovano riparo.

Le fiamme sono divampate intorno alle 21.30 di ieri coinvolgendo l’intera palazzina del complesso abusivo. Fortunatamente le conseguenze non sono state gravi a livello umano; molti dei nomadi che solitamente ci vivono sono riusciti a scappare via mettendosi in salvo.

L’incendio di ieri sera ha messo in evidenza così un’annosa questione ad Aprilia, quella dei senzatetto che trovavano rifugio nell’ex sito dismesso. Il sindaco f.f. Antonio Terra insieme al suo staff e agli assessori Mauro Fioratti Spallacci e Antonio Pio Chiusolo, nella notte ha effettuato un sopralluogo subito dopo lo scoppio del rogo.

Sul posto a lavoro i vigili del fuoco, che hanno impiegato delle ore prima di avere la meglio sulle lingue di fuoco, i militari del reparto territoriale dell’Arma dei Carabinieri di Aprilia e diverse squadre di volontari.

“Nell’ex Enotria, come è noto, risiedono abusivamente e in condizioni igienico-sanitarie assolutamente precarie se non insufficienti, alcune decine di famiglie rom o senzatetto – hanno commentato dal Comune -. Nei confronti di una situazione potenzialmente pericolosa, che non ha tardato a manifestarsi, il Comune di Aprilia ha sempre espresso davanti alle altre istituzioni con le quali si è confrontato la volontà di uno sgombero immediato e tale da garantire la dignità della vita dei soggetti coinvolti, molti dei quali scappati verso altri rifugi di fortuna al momento dello scoppio dell’incendio, che da una prima sommaria ricostruzione sembrerebbe essere stato causato accidentalmente”.

“L’episodio ha nuovamente confermato le nostre profonde preoccupazioni – ha detto il sindaco f.f. Antonio Terra – e impone all’amministrazione comunale e a tutti i soggetti istituzionali coinvolti di accelerare verso lo sgombero e la messa in sicurezza del sito dismesso, che già nelle prossime ore sarà interessato da lavori di consolidamento, recinzione e rafforzamento dei sistemi di dissuasione dall’ingresso. Il Comune di Aprilia, come già da tempo, continuerà a fare quanto di competenza per arrivare ad un rapido sgombero dell’ex Enotria, che sia sicuro e soprattutto che garantisca soluzioni tampone per chi si ritrova senza un tetto e può tentare di occupare altri siti dismessi minori dislocati nella zona industriale di Aprilia”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Violento incendio all’ex Enotria, in fiamme il rifugio dei senzatetto

LatinaToday è in caricamento