Cronaca Borgo Sabotino

Latina e Caserta, attentati a Libera: attacchi a chi combatte la mafia

Incendio al Villaggio della Legalità, poi 4 colpi esplosi contro un ristorante nel casertano; Orlando, responsabile Giustizia Pd: "Simbolo di quanto le organizzazioni siano pericolose e agguerrite"

Due episodi in poche ore; vittima dell’attacco sempre Libera, l’associazione di Don Ciotti che lotta contro le mafie.

Martedì 1 gennaio, infatti, ignoti hanno appiccato un incendio alla tensostruttura nel Villaggio della Legalità di Borgo Sabotino; ad andare distrutto il telone esterno per un episodio di violenza che fa seguito ad altri attacchi analoghi che si sono verificati nel corso dell’ultimo anno.

Qualche ora dopo, nella notte tra martedì e mercoledì, quattro colpi di pistola vengono invece esplosi a San Cipriano d'Aversa, in provincia di Caserta, contro il portone del ristorante pizzeria Nco (Nuova Cucina Organizzata), gestito dalla Cooperativa Agropoli aderente alla rete di associazioni che fa capo a Libera Contro le Mafie e al Comitato Don Peppe Diana.

"Entrambi gli episodi - ha commentato Andrea Orlando, responsabile Giustizia del Pd - ci dicono quanto le organizzazioni siano ancora pericolose e agguerrite e, al contempo, come l'iniziativa di chi utilizza in modo diverso il loro patrimonio lanci un messaggio fortissimo di riscatto che le mafie non sopportano".

"Per questo - conclude Orlando - è fondamentale sostenere e proteggere le associazioni e gli operatori che quotidianamente sostengono la sfida della lotta alla criminalità organizzata. Il Pd esprime la più forte solidarietà a tutte le donne e gli uomini impegnati in queste positive esperienza e farà in modo che il loro lavoro diventi parte essenziale della riscossa civica dell'Italia".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Latina e Caserta, attentati a Libera: attacchi a chi combatte la mafia

LatinaToday è in caricamento