Incendio alla Loas di Aprilia: analisi sul primo campione: elevato anche il valore di diossina

I dati completi forniti da Arpa Lazio: il valore della diossina più di tre volte superiore a quello dell’incendio alla Eco X di Pomezia. Realizzata anche la mappa che evidenzia le aree di probabile massima ricaduta

Nel pomeriggio di oggi l’Arpa Lazio ha diffuso i risultati completi delle prime analisi che sono state condotte in seguito al violento incendio di domenica 9 agosto alla Loas di Aprilia. Da quanto emerso, anche il valore di diossina riscontrato è nettamente superiore agli standard.

Ricordiamo che la stessa Azienda Regionale Protezione Ambientale del Lazio ha installato a breve distanza dall’area interessata un campionatore ad alto volume che serve per verificare l’eventuale presenza in aria di sostanze inquinanti come idrocarburi policiclici aromatici (IPA) e diossine. Nella serata di ieri erano stati rivelati i primi dati relativi alla concentrazione di benzo(a)pirene e di PCB presenti in valori elevati (il campione è del 10 agosto; nella tabella in basso i dati completi).

incendio_loas_aprilia_analisi_arpa_risultati_11_agosto_2020_1-2

Il monitoraggio è stato avviato nelle prime ore del giorno successivo al violento incendio nell’azienda di recupero rifiuti di Aprilia, il 10 agosto, ed è tuttora in corso. I dati diffusi nel primo pomeriggio, completano il quadro delle analisi sul primo campione (i dati sono consultabili sul sito ufficiale di Arpa Lazio e sulla pagina Facebook).

“Per quanto riguarda le diossine non esiste un riferimento normativo in aria ambiente. Concentrazioni di tossicità equivalente (TEQ) in ambiente urbano di diossine e furani sono stimati (dati  World  Health Organization WHO nel documento Guidelines  for  Europe  2000) pari a circa 0,1 pg/m3, anche se è elevata la variabilità da zona a zona, mentre concentrazioni in aria di 0,3 pg/m3o superiore sono indicazioni per fonti di emissione localizzate - spiega nella nota Arpa Lazio -. Il valore del primo campione è superiore al valore di riferimento individuato dall’OMS per l’ambiente urbano”ed è di 303 pg/m3; a titolo informativo Arpa Lazio ha anche indicato il valore delle diossine misurate in prossimità dell’incendio Eco X nei giorni del 5-6 maggio 2017 pari a 77,5pg/m3. Sono intanto le analisi sul secondo campione.

L’Agenzia, inoltre, sulla base delle informazioni disponibili e di alcune ipotesi ha realizzato una mappa per evidenziare le aree di probabile massima ricaduta di una generica sostanza inquinante emessa durante l’incendio del 9 agosto alla Loas (qui per i dettagli). I colori rappresentano le zone di probabile impatto (le aree rosse sono quelle maggiormente interessate, quelle blu sono quelle a minore impatto). “La mappa non contiene informazioni né sul tipo di inquinante emesso né sulla sua concentrazione al suolo”. 

incendio_loas_aprilia_mappa_12_08_20-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Festa di nozze con 80 invitati, arrivano i carabinieri: tutti multati

  • Coronavirus, allerta arancione nel Lazio: 795 casi. D'Amato: "Si teme un peggioramento"

  • Coronavirus: nel Lazio 1219 nuovi casi, numeri record in provincia. D’Amato: “Questi i giorni più difficili”

  • Incidente a Sabaudia sulla Migliara 53, scontro tra auto e furgone: muore un ragazzo, due feriti

  • Piazza del Popolo torna agli anni ’70: a Latina le riprese del film "L’Arminuta"

  • Coronavirus, l'ondata non si ferma: 64 nuovi contagi, 21 sono a Latina

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LatinaToday è in caricamento