Incendio alla Loas di Aprilia, le analisi del terzo campione: valori ancora sopra gli standard

Scendono i valori di diossine, benzo(a)pirene e PCB, spiegano dall’Arpa Lazio, ma restano ancora superiori ai limiti. Il Consiglio approva la mozione per chiedere lo stato di emergenza

I valori di diossine, benzo(a)pirene e PCBsono inferiori a quelli dei campioni precedenti, ma ancora superiori agli standard di riferimento: arriva direttamente dall’Arpa l’aggiornamento sull’esito delle analisi avviate in seguito al devastante incendio di domenica 9 agosto alla Loas di Aprilia. Ricordiamo che la stessa Agenzia Regionale Protezione Ambientale del Lazio ha installato a breve distanza dall’area interessata un campionatore ad alto volume per verificare l’eventuale presenza in aria di sostanze inquinanti come idrocarburi policiclici aromatici (IPA) e diossine. 

Nella serata di ieri, completate le analisi sul terzo campione, sono stati diffusi i nuovi dati (tabella in basso). 

incendio_loas_aprilia_analisi_terzo_campione

Per quanto riguarda le diossine, si legge nel documento di Arpa Lazio, “il valore dei tre campioni è superiore al valore di riferimento individuato dall’OMS per l’ambiente urbano. A titolo informativo, si segnala il valore delle diossine misurate in prossimità dell’incendio Eco X (Via Pontina Vecchia, Pomezia) nei giorni 05-06 maggio 2017 pari a 77,5 pg/m3". Spiega inoltre l’azienda che per quanto riguarda le diossine "non esiste un riferimento normativo in aria ambiente. Concentrazioni di tossicità equivalente (TEQ) in ambiente urbano di diossine e furani sono stimati (dati World Health Organization WHO nel documento Guidelines for Europe 2000) pari a circa 0,1 pg/m3 anche se è elevata la variabilità da zona a zona, mentre concentrazioni in aria di 0,3 pg/m3 o superiore sono indicazioni per fonti di emissione localizzate”. Sono superiori ai valori standard anche quelli di bendo(a)pirene e di PCB, come si può vedere dalla tabella in altro. 

Incendio alla Loas di Aprilia: vertice in Prefettura 

Intanto al termine del Consiglio comunale che si è svolto ieri ad Aprilia, è stata approvata la mozione promossa dal consigliere comunale Vittorio Marchitti con cui si chiederà alla Regione Lazio di dichiarare lo stato di calamità naturale ed emergenza per le zone più colpite dall’incendio di domenica scorsa. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Festa di nozze con 80 invitati, arrivano i carabinieri: tutti multati

  • Coronavirus, allerta arancione nel Lazio: 795 casi. D'Amato: "Si teme un peggioramento"

  • Coronavirus: nel Lazio 1219 nuovi casi, numeri record in provincia. D’Amato: “Questi i giorni più difficili”

  • Incidente a Sabaudia sulla Migliara 53, scontro tra auto e furgone: muore un ragazzo, due feriti

  • Piazza del Popolo torna agli anni ’70: a Latina le riprese del film "L’Arminuta"

  • Coronavirus, l'ondata non si ferma: 64 nuovi contagi, 21 sono a Latina

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LatinaToday è in caricamento