Incendio in viale Le Corbusier, fiamme vicino al liceo Manzoni: arrestato un uomo

In manette un 45enne. Prontamente intervenuta la polizia allertata da una cittadina che ha visto l'uomo mentre appiccava il rogo che ha interessato una vasta area di sterpaglie nei pressi del centro commerciale LatinaFiori

Un uomo è stato arrestato nella tarda mattinata di oggi, giovedì 10 agosto, perché ritenuto l'autore di un incendio che ha interessato la zona di viale Le Corbusier, vicinon al liceo Manzoni e nei pressi del centro commerciale LatinaFiori.

L'uomo è stato fermato dagli agenti della Squadra Mobile prontamente intervenuti dopo la segnalazione di una cittadina che ha chiamato il 113 dopo averlo visto appiccare il rogo. A finire in manette un uomo di 45 anni, incensurato, che vive non lontano dalla zona dell'incendio. 

L’incendio nella zona di viale Le Cobursier

I fatti sono avvenuti questa mattina intorno alle 11. Il rogo ha interessato una vasta area incolta di sterpaglie tra viale Le Corbusier e via Magenta; una area di qualche ettaro non distante dal liceo psicopedagogico Alessandro Manzoni, da un distributore di benzina, che si trova dall’altra parte della strada, e da palazzi con civili abitazioni e uffici. 

L’uomo, come ha spiegato il dirigente della Squadra Mobile Carmine Mosca nel corso di una conferenza stampa, dopo aver accatastato delle riviste e dei volantini nel terreno gli ha dato fuoco, con il rogo che con facilità si è poi esteso, mentre il 45enne, dopo essersi allontanato in un primo momento, è tornato con dei cartoni con cui, ha detto alla polizia, voleva soffocare le fiamme, che invece sono state ancor più alimentate.  

Momenti di apprensione sono stati vissuti dai residenti che, soprattutto a causa del denso fumo, sono scesi in strada. Sul posto hanno operato la protezione civile e i vigili del fuoco che hanno domato le fiamme. 

Il video dell'incendio 

incendio_viale_le_corbusier_arresto-3

L’arresto del piromane

Dopo la segnalazione giunta al 113, sul posto sono prontamente intervenuti gli uomini della Squadra Mobile della Questura di Latina che hanno trovato il 45enne che stava bruciando le carte. 

Dopo essere stato fermato, l’uomo è stato sottoposto ad una perquisizione domiciliare: in casa la polizia ha rinvenuto un accendino di quelli con il cannello simile a quelli utilizzati in cucina “stranamente conservato all’ingresso dell’abitazione” ha spiegato il capo della Mobile Mosca. Una volta portato in Questura il 45enne ha fornito diverse versioni, tra cui anche quella di voler far pulizia e   di voler bruciare dei ricordi legati ad una precedente relazione con una sua ex donna. 

“Ci tengo a sottolineare - ha proseguito il dirigente della Squadra Mobile - l’importanza della presenza e della tempestività dei colleghi intervenuti in pochissimi minuti trovando l’uomo chino sulle riviste che prendevano fuoco, fermandolo e contenendo i danni del rogo”. 

Il 45enne, disoccupato e che in passato aveva svolto il lavoro di giardiniere, è stato arrestato per incendio doloso aggravato, trattenuto presso le camere di sicurezza domani sarà processato con il rito direttissimo, come disposto dal magistrato di turno presso la Procura di Latina. Accertamenti sono ora in corso per capire se l'uomo possa essersi reso protagonista di altri episodi analoghi. 

Il plauso del sindaco alla Squadra Mobile 

La segnalazione di una donna e le foto al piromane

Provvidenziale si è rivelata la segnalazione di una donna che mentre era in auto con la figlia piccola dopo aver visto l’uomo appiccare il rogo, non solo si è fermata e ha chiamato il 113, ma gli ha anche scattato delle foto, che sono diventate una prova schiacciante. “Vorrei sottolineare il senso civico di questa cittadina. A lei va il nostri riconoscimento per quello che ha fatto per la città” ha detto Carmine Mosca.

L'intervista al capo della Squadra Mobile - Il video 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spaccio di droga e corruzione: 34 arresti a Latina. Coinvolti due agenti della polizia penitenziaria

  • Droga e corruzione in carcere, i nomi dei 34 arrestati dell'operazione "Astice"

  • Astice e cocaina in carcere: in cambio di favori soldi e droga agli agenti corrotti

  • La buona sanità a Formia, bimbo cade e si rompe la milza: il chirurgo torna in ospedale e lo salva

  • Latina, giallo in via Sabaudia: trovato il cadavere di un uomo in auto

  • Corruzione in carcere, il detenuto parla dell'ispettore: "Quando vuole mangiare fallo mangiare subito"

Torna su
LatinaToday è in caricamento