Cronaca

Incidente in acquascooter, oggi l'autopsia sui corpi delle tre vittime. Aperta un'inchiesta

Ci sarebbero degli indagati nell'inchiesta legata alla morte dell'imprenditore di Mondragone Pierluigi Iacobucci, della compagna cubana Yaima Cappe e della figlia di lei

Si terranno oggi le autopsie sui corpi dell'imprenditore di Mondragone Pierluigi Iacobucci, 32 anni, sulla compagna di nazionalità cubana Yaima Digne Cappe e sulla figlia di lei, morti per annegamento dopo un incidente a bordo di un acquascooter avvenuto lo scorso 2 maggio. Il cadavere dell'imprenditore era stato ritrovato sulla spiaggia di Baia Domizia il giorno dopo, mentre i corpi della donna e della bambina sono stati ritrovati nelle acque di Terracina sabato scorso, 5 maggio, recuperati dalla Guardia Costiera. 

Sull'accaduto le Procura di Santa Maria Capua Vetere e di Latina hanno aperto un'inchiesta. Secondo quanto riportato dall'edizione locale del Messaggero, come atto dovuto risultano indagati un meccanico e il titolare del cantiere navale di Castel Volturno dove Iacobucci aveva preso la moto d'acqua. Secondo la ricostruzione dei fatti, l'uomo si era allontanato da solo e poi era andato a prendere in uno stabilimento la donna e la bambina per fare insieme un giro a bordo del mezzo, nonostante le condizioni del mare non fossero ottimali. 

Un primo esame esterno sulle tre salme ha confermato la morte per annegamento, ma l'autopsia serivrà a chiarire anche l'orario del decesso.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incidente in acquascooter, oggi l'autopsia sui corpi delle tre vittime. Aperta un'inchiesta

LatinaToday è in caricamento