menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Muore folgorato dai cavi dell'alta tensione mentre lavora: vittima un operaio di 45 anni

La tragedia avvenuta a Velletri. A perdere la vita è stato un uomo di Terracina. Sul caso è stata aperta un'indagine

Tragedia nel comune di Velletri dove un operaio di 45 anni di Terracina è morto sul lavoro in via Piazza di Mario, una zona periferica del comune dei Castelli Romani. Secondo quanto ricostruito, l'uomo stava scaricando dei materiali da un mezzo pesante quando, per cause da accertare, ha toccato dei fili dell’alta tensione con un braccio gru ed è rimasto fulminato. Per lui non c'è stato nulla da fare.  

Tutto è accaduto intorno alle 14 di oggi, mercoledì 7 aprile, mentre l'operaio stava lavorando per una ditta di scavi insieme ad altri dipendenti. Sul posto, gli agenti del commissariato di polizia di Velletri, la polizia scientifica e gli ispettori del reparto prevenzione sul lavoro della Asl di Roma 6. Sul tragico incidente è stata avviata un'indagine ed è stato già ascoltato dagli inquirenti il datore di lavoro della vittima. La salma intanto è a disposizione dell'autorità giudiziaria.

Sul caso sono intervenuti anche Paolo Capone, segretario generale dell'Ugl, e Armando Valiani, segretario regionale Ugl Lazio: "A nome dell'Ugl desidero rivolgere il cordoglio alla famiglia dell'operaio che ha perso la vita mentre svolgeva il proprio lavoro a Velletri. Come sindacato non ci stancheremo mai di chiedere un potenziamento dei controlli unito ad una costante formazione e una maggiore cultura della sicurezza sui luoghi di lavoro affinché la salvaguardia dei lavoratori sia sempre il bene primario da perseguire e da difendere.".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cucina

    La tradizione in tavola: la Carbonara

  • Cucina

    La tradizione in tavola: la pastiera napoletana

Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento